Cerca

Mercoledì 27 Settembre 2017 | 00:00

Lecce senza pace Semeraro annuncia «Vendiamo il club» Il sindaco: «Ci ripensi»

LECCE – Il patron dell’U.S. Lecce Giovanni Semeraro ha annunciato di voler abbandonare la guida della società calcistica. Lo ha fatto nel pomeriggio nel corso di una conferenza stampa appositamente convocata. Da adesso in poi la famiglia Semeraro si defilerà ed avvierà una gestione ordinaria in attesa del miglior offerente
Lecce senza pace Semeraro annuncia «Vendiamo il club» Il sindaco: «Ci ripensi»
LECCE – Non sembra esserci pace in casa del Lecce e, soprattutto, non sembra esserci futuro. Dopo l'abbandono dell’allenatore De Canio, con tanto di querelle mediatica tra lui e la società, nel pomeriggio arriva il colpo a sorpresa: la famiglia Semeraro, per voce del patron Giovanni, comunica di voler passare la mano. “Non me la sento più, non ho nessuna intenzione – dice tra l’altro – di continuare ad investire risorse personali nella squadra”. Nell’ennesima conferenza stampa organizzata in poco più di una settimana, nella sede di via Templari, la famiglia Semeraro, dopo sedici anni di gestione, ha deciso di non interessarsi più alle sorti del club salentino. A renderlo noto, con un pizzico di emozione, il patron giallorosso che ha annunciato uno 'stand-by' in attesa di offerte e poi autogestione finanziaria. 

“Daremo dieci giorni di tempo a chi sarà interessato – ha dichiarato Semeraro – per realizzare i contatti necessari per la vendita. Non stabiliamo un prezzo perchè questo sarà deciso da periti ed esperti al momento dei contatti”. Se non ci saranno intese positive con i nuovi eventuali acquirenti, la famiglia Semeraro darà in gestione la società, determinando così una situazione che può essere solo superata con i ricavi che arrivano da tv, sponsor e altre attività.
Semeraro parla di una scelta “irrevocabile e definitiva”. 

E prosegue: “E' una volontà mia e della mia famiglia. Non me la sento più, non ho nessuna intenzione di continuare ad investire risorse personali nella squadra. E’ giusto farlo ora perchè è il momento migliore: abbiamo un 'capitalè di cinquanta milioni di euro nelle casse, condizione necessaria per poter conquistare nuovi imprenditori”. “Nessuno – conclude Giovanni Semeraro – sapeva della mia decisione. Questa mattina l’ho comunicata ai miei figli. L'allenatore De Canio ne era all’oscuro: lo apprenderà anche lui oggi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione