Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 17:41

Semeraro: «Prima il ds poi l'allenatore»

LECCE - Domani l’ultima del campionato di serie A contro la Lazio, poi si programma la prossima stagione. Raggiunta la salvezza, al Lecce si stanno già mettendo al lavoro in vista del prossimo anno calcistico e la priorità è individuare l’allenatore che prenderà il posto di De Canio. «Abbiamo iniziato a vagliare il mercato – conferma il presidente Pierandrea Semeraro –. Lunedì faremo una riunione»
Semeraro: «Prima il ds poi l'allenatore»
LECCE – Domani l’ultima di campionato contro la Lazio, da lunedì si programma la prossima stagione. Raggiunta la salvezza, al Lecce si stanno già mettendo al lavoro in vista del prossimo campionato e la priorità è individuare l’allenatore che prenderà il posto di De Canio. «Abbiamo iniziato a vagliare il mercato – conferma il presidente Pierandrea Semeraro –. Lunedì faremo una riunione, ci manca anche il ds, per cui prima di prendere l´allenatore condivideremo la scelta con il nuovo direttore sportivo. Ficcadenti ha lasciato il Cesena? I giochi si fanno in questa settimana, cinque giorni di ritardo possono far perdere qualche buona opportunità, anche gli allenatori si muovono di conseguenza».

Per quanto riguarda l’addio di De Canio, Semeraro confessa: «Non me l´aspettavo in questi termini, ma certo pensavo aspirasse a qualcosa di più importante che una squadra di provincia visti i risultati conseguiti. Queste cose succedono nel nostro mondo: quando un allenatore vince è normale aspiri a qualcosa di più. Mi aspettavo però che finisse il campionato. Scelta dovuta alle dimissioni di qualche mese fa poi revocate? Non è dovuto a quello: qualche mese fa la scelta fu dovuta ai risultati scarsi e al rapporto con me per la gestione di alcuni giocatori». Al di là di questo, comunque, la stagione del Lecce è stata positiva, la salvezza raggiunta è stata «meritata. Siamo partiti con un importante handicap finanziario, ci davano tutti per spacciati, ci siamo guardati in faccia e abbiamo capito che dovevamo fare gruppo per superare ogni ostacolo verso l´obiettivo».

E di ostacoli ce ne sono stati, riconosce Semeraro, «i rapporti tra allenatore e presidente o giocatori che si lamentano. Ci siamo riusciti, ci volevamo godere questa settimana tranquilla, c´è stato qualche intoppo ma alla fine sarà una bella e giusta festa con i nostri tifosi». Una battuta infine sulla querelle in Lega legata alla ripartizione dei diritti tv in base ai bacini d’utenza. «Le grandi vantano dei diritti, le piccole pensano che il campionato sia anche loro – commenta – cercavamo un equilibrio nell´interpretare la legge, i giudici ci stanno dando ragione, non so se arriveremo a un accordo, intanto si va avanti con le indagini demoscopiche».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione