Cerca

Milan, caso Cassano? Galliani: Antonio resta

MILANO - Le ultime voci sul barese, che sembrerebbe non del tutto certo di restare al Milan, non scompongono Galliani: «Cassano? Non ha mai espresso un sentimento di infelicità qui al Milan, quindi credo che sia così. Ha un contratto fino al 2014. Se non dovesse essere felice, ascolterei lui e il suo procuratore». Sullo stesso tenore le dichiarazioni di Bozzo, procuratore di Cassano: ha smentito che il suo assistito voglia lasciare il Milan
Milan, caso Cassano? Galliani: Antonio resta
MILANO - Nessun caso Casssano. Le ultime voci sul barese, che sembrerebbe non del tutto certo di restare al Milan, non scompongono Galliani: «Cassano? Non ha mai espresso un sentimento di infelicità qui al Milan, quindi credo che sia così. Ha un contratto fino al 2014. Se non dovesse essere felice, ascolterei lui e il suo procuratore». Sullo stesso tenore le dichiarazioni di Bozzo, procuratore di Cassano: ha smentito che il suo assistito voglia lasciare il Milan.

A chi ipotizza lo sbarco di Antonio Cassano in Sicilia, a Palermo, ha così risposto Zamparini: «Non verrà mai a Palermo, ha uno stipendio che non possiamo permetterci».

Il calciomercato del Milan sta per partire. Il rinnovo per un altro anno del capitano Massimo Ambrosini, siglato ieri, è un ulteriore tassello messo su dall’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani in vista della questione dei contratti in scadenza. Il dirigente rossonero ha ribadito infatti che il mercato per il Milan sarà mirato a un solo ruolo: «Cerchiamo una mezz'ala sinistra - ha detto l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani - Se non parte nessuno l'attacco è completo, la difesa è completa con Mexes e Taiwo». «Adesso pensiamo ai contratti di Ambrosini e Seedorf - ha proseguito - Anche con l’olandese, come per Pirlo, è un problema tecnico e non economico. Nessun giocatore ha firmato un contratto con alcuna squadra, come avevo previsto. Poi, dopo aver discusso con Ambrosini e Seedorf, penserò a quell'unico acquisto. Ribadisco però che se non parte nessuno dei top, come credo e penso, il Milan farà questo unico acquisto, la mezz'ala sinistra di cui parlavo».

Nomi per il Milan che verra, però, Galliani non ne vuole fare: «Pastore, Hamsik, Ganso? Regali non ne fa nessuno, sono giocatori bandiera delle loro squadre. Van der Vaart? Penso di no». E chiude anche sul possibile passaggio di Asamoah dall’Udinese al Milan: «Asamoha gioca in una società con cui al momento non si fa mercato per via della guerra in Lega» dice Galliani, che è tornato anche sull'addio di Pirlo: «Con Pirlo i rapporti sono ottimi, non sarà mai un nostro avversario. Il nostro allenatore pensa a un giocatore diverso davanti alla difesa come Van Bommel o Ambrosini. Nella vita tutto ha un inizio e una fine, è stata una decisione tecnica».


A Boateng, che aveva detto di non escludere di andare un giorno all’Inter, l’amministratore delegato rossonero ha risposto che «martedì sera ho un appuntamento con Preziosi e parlerò con lui di Boateng e di altri giocatori come Paloschi. Come fa ad andare all’Inter se è a metà tra Milan e Genoa? Se va al Milan non andrà all’Inter, se va al Genoa non lo so. Io ho un impegno sulla parola con Preziosi e credo che Boateng giocherà nel Milan. Non vedo cosa c'entri l’Inter».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400