Cerca

Calcio / Serie B - Bari pareggia ad Empoli

È finita a reti inviolate la partita fra i biancorossi dell'allenatore Carboni (nella foto) e la squadra toscana. Nella classifica, dopo le partite della 21ª giornata del campionato (questi i risultati), le due squadre si sono posizionate rispettivamente 17ª e 4ª. Il Genoa rimane saldamente in testa
ROMA - Il Genoa di Serse Cosmi non conosce ostacoli. Il «rullo compressore» rossoblù continua a inanellare punti e si conferma leader indiscusso del torneo cadetto. Sono 13 le vittorie per la squadra ligure su ventuno incontri, sette i pareggi ed una sola sconfitta. Ben 44 le reti siglate, solo 18 quelle subite (miglior difesa del campionato insieme al Perugia). I tre punti contro il Venezia, al «Penzo», non sono mai stati in discussione. 3-0 con le firme di Milito, Rimoldi e Caccia. I lagunari di Ribas (a rischio d'esonero il tecnico urugiagio), in inferiorità numerica per l'espulsione di Allegretti al minuto 33, non hanno opposto resistenza e restano all'ultimo posto in graduatoria. Ancora un ko per il Torino che con la sconfitta del «Delle Alpi» con il Treviso (1-2) cede il secondo posto al Perugia. I granata di Ezio Rossi cedono di fronte alla squadra di Bepi Pillon, quest'ultima viaggia a ritmo promozione. Le reti: Barreto al 30', un minuto dopo Balzaretti per il pareggio dei piemontesi, decide un calcio di rigore trasformato da Gallo al 63'. Da registrare anche l'espulsione del portiere del Torino Sorrentino ad un minuto dallo scadere. Tornando al Perugia, la squadra umbra vince, seppur di misura, sull'Albinoleffe. Rete decisiva di Ferreira Pinto (quinto centro per il brasiliano) al 59'. Leggera ripresa per l'Empoli di Somma. Il punticino conquistato al «Castellani» con il Bari (0-0, pochissime emozioni) non è entusiasmante per una squadra che nella prima parte del torneo è stata ai vertici della classifica, ora è scivolata al quarto posto.
«Colpo» esterno della Ternana. La formazione umbra cala un poker di reti al «Ceravolo» di Catanzaro. Doppietta per l'attaccante del Liechtenstein Mario Frick, poi Jimenez e Giannone. Inutile il punto per i calabresi di Cagni con Miceli. Vittoria di misura per il Cesena sul Catania. Al 68' è Cardinale a segnare la rete decisiva, all'81' siciliani in dieci uomini per l'espulsione di Cardinale. L'Ascoli espugna il campo del Modena. Match-winner l'ex Palermo Modesto che al 9' sigla il gol decisivo. Al 38' il Modena rimaneva in inferiorità numerica per l'espulsione di Berlinghieri e non riusciva più a raddrizzare le sorti dell'incontro. La Salernitana di Gregucci acciuffa un un punto all'Arechi contro il Crotone ma resta ancora invischiata nella zona a rischio della classifica. Vantaggio dei calabresi all'84' con l'ex Primavera della Juventus Konko, il pareggio prezioso è di Rubino all'89'. Vicenza e Arezzo non vanno oltre il pareggio per 1-1. Biancorossi fortunatamente in vantaggio al minuto 10 con una autorete di Gentile, il pareggio dei toscani con il «bomber» Spinesi (rete numero dodici per l'ex Bari). Nell'anticipo di venerdì scorso il Pescara ha vinto 2-1 con la Triestina, domani (alle 20:30), il turno numero 21 si completa con la sfida tra il Piacenza e Verona. Gli scaligeri hanno tutta l'intenzione di portar via punti dalla trasferta emiliana per tentare l'aggancio al quarto posto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400