Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:33

L'Enel-Brindisi netta sconfitta

BRINDISI – Il già retrocesso Enel Brindisi conclude nel peggiore dei modi il campionato perdendo con 44 punti di svantaggio con un Avellino ben motivato per i play off. Il pubblico di casa non ha gradito l’assenza di qualsiasi orgoglio da parte della squadra e ha pesantemente contestato il tecnico Bechi e i giocatori.
L'Enel-Brindisi netta sconfitta
BRINDISI – Il già retrocesso Enel Brindisi conclude nel peggiore dei modi il campionato perdendo con 44 punti di svantaggio con un Avellino ben motivato per i play off. Il pubblico di casa non ha gradito l’assenza di qualsiasi orgoglio da parte della squadra e ha pesantemente contestato il tecnico Bechi e i giocatori. 

Nel Brindisi ancora assente il pivot Lang, alle prese con l'infortunio alla caviglia, sono rimasti in panchina anche Dixon, Tgouree e Giovacchini, anche loro non al meglio della condizione. Spazio, quindi, al nuovo arrivato Jackson ed alla pattuglia di italiani che ha fatto quello che ha potuto, mentre Diawara ha confermato fino in fondo la sua evanescenza rimediando fischi più dei suoi colleghi. 

Nell’Avellino applauditissimo l’ex idolo dei brindisini Thomas, autore di una prestazione superlativa, così come Johnson e Szewczyk. In netta ripresa anche Spinelli, che non ha fatto rimpiangere Green quando è stato schierato nel quintetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione