Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 01:40

Calcio, per il Bari futuro incerto Sannino o Bisoli?

Adesso che tutto è compiuto, adesso che anche la matematica ha ufficialmente relegato il Bari ai margini del calcio che conta, l’unica cosa è pensare al futuro. Società, tecnico, squadra. Cosa accadrà? Chi sarà il nuovo allenatore? E con che squadra si affronterà il nuovo campionato di serie B? Con una premessa: vincere il torneo cadetto è molto più complicato che centrare la salvezza in serie A
• Lecce, ora è vietato sbagliare
Calcio, per il Bari futuro incerto Sannino o Bisoli?
BARI - Adesso che tutto è compiuto, adesso che anche la matematica ha ufficialmente relegato il Bari ai margini del calcio che conta, l’unica cosa è pensare al futuro. Società, tecnico, squadra. Cosa accadrà? Chi sarà il nuovo allenatore? E con che squadra si affronterà il nuovo campionato di serie B? Con una premessa: vincere il torneo cadetto è molto più complicato che centrare la salvezza in serie A. Torino, Reggina, Livorno, giusto per citare qualche nobile decaduta, da anni sbattono la testa per tornare nella massima serie.

SOCIETA' - Che il club biancorosso non vanti condizioni economiche floride, è un dato di fatto. Fra pochi giorni scadrà il termine per pagare gli stipendi inerenti al primo trimestre del 2011, più o meno occorreranno 5 milioni di euro. È di ieri sera la notizia che il Bari avrebbe chiesto ai calciatori di spalmare gli emolumenti arretrati. «Da parte dei calciatori c’è stata una disponibilità di massima», ha dichiarato il direttore generale Claudio Garzelli.
Com’è noto, infatti, i Matarrese sono alla ricerca di nuova linfa, di soci in grado di mettere denaro fresco nelle casse del club. Domani dovrebbe essere un giorno importante: Matarrese junior (l’avvocato Beppe) e De Bartolomeo junior (l’ingegner Domenico) incontreranno la «cordata» composta da Vito De Gennaro, Vito Ladisa e Pasquale Guastamacchia. Dopo tante parole, probabilmente sarà il momento dei fatti. In un modo o nell’altro, cioé della serie dentro o fuori.

PANCHINA - Bortolo Mutti esaurirà l’avventura barese il 22 maggio, subito dopo la trasferta di Bologna. Angelozzi, che dovrebbe rimanere se la proprietà non dovesse cambiare, è già al lavoro, a caccia di un tecnico «buono» per la serie B. Oggi come oggi sono due i candidati, ma non sono esclusi inserimenti a sorpresa. Pierpaolo Bisoli e Giuseppe Sannino sono in cima alle preferenze. Il tecnico di Porretta Terme ha condotto la marcia trionfale del Cesena dalla Prima divisione alla serie A in due anni, prima di accettare le lusinghe di Cellino e del Cagliari. Dove, però, è rimasto con il classico cerino in mano, finendo con l’essere rilevato da Roberto Donadoni. Bisoli, ad ogni modo, ha un altro anno di contratto con il Cagliari e l’ingaggio non è affatto basso. L’altro, campano di Ottaviano, è alla guida del miracoloso Varese, matricola lanciata in piena zona playoff in serie B, dopo averlo raccolto in Seconda Divisione. Il suo ciclo in Lombardia è in pratica terminato, una piazza come quella barese rappresenterebbe un nuovo stimolo. 

SQUADRA - Una retrocessione così «porta» ad una rivoluzione. E non potrà essere diversamente. L’idea è quella di mandare via tutti, ma potrebbe esserci qualche eccezione. Intanto, bisognerà piazzare gente dagli ingaggi faraonici come Langella, Castillo, Donati, Almiron, Barreto (questi ultimi se le comproprietà «diranno» Bari). Uno dei pochi che ha qualche chance di restare in Puglia, è Alessandro Gazzi. Da definire il destino di Gillet, che potrebbe tornare in Belgio o finire in qualche club di A di fascia media. Resta in bilico anche Parisi, ma l’esterno sinistro difensivo, in scadenza di contratto, dovrebbe ridurre di parecchio le pretese e accontentarsi dei nuovi tetti di ingaggio che la serie B reclama (cifre inferiori ai 200 mila euro stagionali). Rivas e Alvarez, ancora con un anno di di contratto, rimarranno se dal mercato non arriveranno convenienti proposte. si prospetta, insomma, un mercato molto movimentato. Fra uscite e entrate, dovremmo contare più di una trentina movimenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione