Cerca

Il Lecce spreca e scende in zona B

Nella trentaquattresima giornata della serie A di calcio, i salentini vanno due volte in vantaggio, ma si fanno rimontare a Marassi dal Genoa (3' Di Michele, 10' Floro Flores, 30' Di Michele, 42' e 54' Palacio, 62' Floro Flores). Finisce 4-2. La Samp, con la vittoria di Bari agguanta i giallorossi al terz'ultimo posto
• De Canio: «Non difendiamo bene»
• I risultati: Bari retrocesso
• Il prossimo turno: Chievo-Lecce
Il Lecce spreca e scende in zona B
GENOA-LECCE 4-2 (2-2)

GENOA (4-4-2): Eduardo 6.5; Mesto 6, Dainelli 6, Kaladze 7, Criscito 7 (29' st Moretti sv); Konko 6 (19' st Kucka 6.5), Milanetto 7, Rafinha 6.5, Antonelli 7.5; Palacio 7, Floro Flores 7 (25' st Boselli 6). In panchina: Scarpi, Paloschi, Destro, Jelenic. Allenatore: Ballardini 7. 
LECCE (3-5-2): Rosati 6; Tomovic 5, Giacomazzi 5 (26' st Coppola sv), Fabiano 5; Munari 5, Vives 5.5, Olivera 6.5, Donati 6 (19' st Piatti sv), Mesbah 5.5; Jeda 5.5 (9' st Corvia 6), Di Michele 7. In panchina: Benassi, Chevanton, Rispoli, Brivio. Allenatore: De Canio 5.5 
ARBITRO: Russo di Nola 6. 
RETI: 2' pt , 30' pt Di Michele, 9' pt, 17' st Floro Flores, 42' pt, 9' st Palacio. 
NOTE: Pomeriggio sereno, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 18.000 circa. Ammoniti: Olivera, Palacio, Milanetto, Dainelli. Angoli: 7-4 per il Genoa.

GENOVA – Impossibile addormentarsi, impossibile considerarla una gara di fine stagione, con il Genoa già salvo e con il Lecce che a Genova, dopo aver battuto la Sampdoria, va ancora alla disperata ricerca di punti. Ma questa volte di fronte c'è la squadra rossoblù che vince 4-2 e che soprattutto vuole onorare la promessa fatta al presidente Enrico Preziosi che ha chiesto a Palacio e compagni di raggiungere quota 51 punti. 

La gara al Ferraris è subito spettacolare. Pronti via e all’occasione di Floro Flores e Palacio, replica il Lecce con il gol di Di Michele che con un tiro imprendibile sorprende Eduardo. Passano 5' e gli ospiti sfiorano il raddoppio: punizione di Olivera, ma il colpo di testa di Jeda finisce alto sulla traversa Il Genoa però non ci sta e prova subito a reagire, così al 10' arriva il gol del pareggio con uno scambio tra Palacio e Floro Flores che batte il portiere del Lecce, ma in sospetta posizione di fuorigioco. 

Il Genoa sembra aver trovato le misure e dieci minuti dopo sfiora il raddoppio con un bel tiro di Antonelli che però termina alto. De Canio si sbraccia in panchina e allora a risolvere tutto è ancora Di Michele che al 30' riesce a raddoppiare grazie anche ad una dormita generale della difesa. Ma a Marassi non è proprio giornata da sbadigli visto che è ancora Palacio al 42' a riportare la gara in parità dopo un’azione confusa davanti a Rosati. 

Il secondo tempo inizia a spron battuto: il Genoa parte forte e dopo 7' trova ancora la rete di Palacio di testa dopo aver raccolto un corner calciato da Milanetto. Il Lecce frastornato, prova a reagire ma Eduardo si fa sempre trovare pronto e la squadra di Ballardini ha così la possibilità di chiudersi bene e ripartire in contropiede. 

Il quarto gol del Genoa è invece ancora di Floro Flores che di ginocchio raccoglie un tiro di Criscito e realizza la sua personale doppietta. De Canio dà il via ad una girandola di sostituzione per andare alla disperata ricerca del pareggio, ma è ancora il Lecce a rischiare di prendere il quinto gol con Boselli ma la porta di Rosati viene salvata da un intervento in extremis di Coppola. Nel finale c'è ancora il tempo per un’uscita disperata di pugni da parte di Eduardo, per una cannonata di Mesbah che termina in angolo.

La Samp vince a Bari e per il Lecce è tutto da rifare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400