Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 15:30

Il Lecce vince con i blucerchiati

GENOVA - Il Lecce vince 2-1 sul campo della Sampdoria e pesca il jolly nel 32° turno del campionato di Serie A. I pugliesi passano a Marassi con le reti di Di Michele (39') e Olivera (66') e volano a 34 punti, scavalcando proprio i blucerchiati. La Samp, in crisi sempre più nera, incassa il pesantissimo ko interno nonostante la rete di Maccarone (69')
Il Lecce vince con i blucerchiati
GENOVA –  “Un passo importante per noi”. Gigi De Canio non nasconde la soddisfazione per il successo colto a Genova contro una Sampdoria diretta concorrente per la salvezza. “La Samp – spiega l’allenatore giallorosso – ha potenzialità diverse e oggi ho visto una squadra viva che però non ha serenità, ma le potenzialità per venirne fuori ci sono tutte. 

Noi sappiamo quale è la nostra dimensione, è tutto l'anno che cerchiamo di portare avanti una nostra idea di gioco che ci dia fiducia. La svolta? le due gare casalinghe contro Bologna e Roma. Potevamo pareggiarle ma ho fatto dei cambi per vincerle e si sono rivelati inefficaci perchè alla fine abbiamo perso. Eppure non ci siamo mai abbattuti. 

Siamo stati penalizzati da tanti episodi per colpa nostra, tante gare perse o pareggiate nei minuti finali. Poi però abbiamo iniziato ad imparare sulla nostra pelle e ora stiamo più attenti”. Una vittoria che varia la situazione in fondo alla classifica. “ Il nostro risultato alza l’asticella salvezza a 40/41 punti. Adesso siamo tutti in pochi punti e poi ci si toglie punti l’una con l'altra con gli scontri diretti”. 

Una sconfitta pesante per la Sampdoria scavalcata proprio dal Lecce ma Cavasin prova a cercare i lati positivi e soprattutto non vuol sentir parlare di 'resà. “Una parola che non può esistere, non c'è nel nostro vocabolario. 

Avevamo messo in preventivo un finale di campionato in cui lottare con le unghie e nessuno, appena arrivato, pensava di vincerne tre di fila. Oggi abbiamo lottato, creato occasioni, il migliore in campo è stato il portiere avversario. Abbiamo messo grinta e determinazione anche grazie ad un grande aiuto dal pubblico. Ora quello che conta è soprattutto il risultato e oggi abbiamo dimostrato le potenzialità in attacco sia come squadra che come singoli. Andiamo avanti mangiando questi bocconi amari”. 

Appena un punto in quattro partite per il tecnico che ha sostituito Di Carlo un mese fa. “Dobbiamo fare i punti, cercando di sbagliare il meno possibile. Oggi la squadra ha fatto questa prestazione e possiamo guardarci negli occhi con i giocatori, ce la siamo giocata sino alla fine. L’unica miglioria alla quale dobbiamo pensare per il futuro è solo quella di fare gol e non subirne. Credo che se dovessimo ripetere una gara come quella di oggi per altre dieci volte ne perderemmo solo una. E' stata una prestazione migliore rispetto alle altre tre giocate”. 

La classifica però rimane pericolosa e si parla di esonero, secca la risposta di Cavasin. “Stiamo lavorando e sinceramente con tutto quello cui devo pensare ...comunque credo che farebbero una cavolata. D’altronde i dirigenti vedono le cose diversamente. Se poi lo fanno, lo fanno e basta”.

----------------
SAMPDORIA (3-4-1-2):
Curci 6, Volta 5, Gastaldello 5 (15' st Macheda 6), Martinez 6, Mannini 6, Palombo 6.5, Poli 5.5, Zigler 6, Guberti 6 (31' st Biabiany 5.5), Maccarone 6, Pozzi 5.5 (1 Da Costa, 4 Dessena, 12 Tissone, 18 Laczko, 78 Zauri). All. Cavasin 5.5 
LECCE (3-4-1-2): Rosati 6, Tomovic 5, Giacomazzi 5.5, Fabiano 6, Munari 6, Olivera 6, Vives 5.5 (31' st Grossmuller sv), Mesbah 6, Bertolacci 5 (5' st Donati 5), Jeda 6, Di Michele 6 (43' st Chevanton sv) (81 Benassi, 5 Sini, 19 Piatti, 28 Brivio). All. De Canio. 6.5 

Arbitro: Tagliavento di Terni 5 
Reti: nel pt 39' Di Michele, nel st 21' Olivera, 24' Maccarone. 
Angoli: 11-4 per la Sampdoria 
Ammoniti: Vives, Tomovic, Mannini, Gastaldello, Mesbah e Martinez per gioco falloso. 
Espulsi: Mannini per doppia ammonizione. 
Recupero: 1' e 5' 
Note: 26.621 spettatori per un incasso lordo pari a 59.359 euro. 

** I GOL - 39' pt Di Michele: angolo, rimpalli in area della Samp. Il più reattivo è Di Michele che si inserisce, avanza e colpisce dal vertice destro dell’area piccola. - 21' st Olivera: Di Michele premia l’inserimento a destra di Olivera. L’ex di turno è in area e conclude, un difensore respinge col corpo ma la palla resta lì e Olivera insacca - 24' st Maccarone: Guberti sul fondo destro vince un paio di contrasti e tiene la palla in campo. Assist a centro area dove Maccarone colpisce e segna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione