Mercoledì 15 Agosto 2018 | 05:34

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Pallamano / A1 femminile - Conversano ko

Non ha giovato il cambio di panchina alla Lombardi Ecologia, che nella 10ª giornata di andata del massimo campionato è stata battuta 42-25 dall'Enna, in Sicilia. La squadra pugliese rimane ultima in classifica con 0 punti
ENNA-CONVERSANO 42-25 (18-8)
Nemmeno con Bloumbou. Non ha giovato il cambio di panchina alla Lombardi Ecologia Conversano, che nella 10ª giornata di andata del massimo campionato femminile di pallamano ha subito l'ennesima, netta, sconfitta registrando a referto, per l'ottava volta su dieci, oltre 40 reti (42 per l'esattezza) al passivo. La trasferta di Enna era, sulla carta, tra le meno impegnative. Ma si è rivelata una nuova Waterloo per le residue speranze di salvezza della squadra pugliese, che già nella prima frazione chiude sotto di 10 (18-8). Con la solita prevedibile Josub, schierata in attacco nei ruoli di terzino e centrale, la manovra delle ragazze del tecnico francese Bloumbou diventava prevedibile. È stato semplice per le ennesi colpire in contropiede e chiudere con una vittoria pesante (con questi tre punti le siciliane si portano a +5 dalla zona calda: retrocedono in A-2 l'11ª e la 12ª). In attesa di rinforzi (la Lombardi è alla ricerca di una esperta centrale e spera nel rientro del portiere titolare Pascazio, reduce dall'operazione al crociato del ginocchio destro) il club conversanese approfitta della pausa natalizia (si riprende l'8 gennaio 2005) per recuperare un decente stato fisico-atletico e quindi per rilanciare la propria sfida ad una permanenza che ora sembra molto lontana. Antonio Galizia

I risultati della 10ª giornata
• Dmp Teramo-Sassari 30-26
• Salerno-Messana 29-18
• Dossobuono-Ferrara (n.d.)
• Nuoro-Flumeri 30-28
• San Giovanni La Punta-Teramo 27-26
• Enna-Conversano 42-25

La classifica
Salerno 28; Sassari 24; Dmp Teramo 21; Ferrara* 18; Dossobuono* 16; San Giovanni La Punta 13; Nuoro, Flumeri e Enna 9; Messana 4; Conversano 0. (* 1 partita in meno)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 16 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS