Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 06:22

Pepsi Caserta batte Enel Brindisi

Successo agevole della Pepsi nell’anticipo di mezzogiorno della sesta giornata di ritorno contro l’Enel Brindisi, reduce da due convincenti prestazioni, contro Varese e Milano ed in cerca di punti per risalire la china. La squadra casertana, se si esclude un momento di sbandamento all’inizi del terzo periodo di gioco quando ha subito un parziale di 7-0 con canestri di Lang e Toure ed una tripla di Dixon, ha sempre mostrato di poter controllare la gara
Pepsi Caserta batte Enel Brindisi
Pepsi Caserta batte Enel Brindisi 90-76 (21-15,31-24,24-19,14-18) 

PEPSI: Marzaioli 2, Koszarek 2, Colussi 14, Porfido 2, Di Bella 12, Bowers 16, Garri 2, Cefarelli 0, Ere 14, Martin 8, Williams 8, Jones 10. All. Stefano Sacripanti 
ENEL: Lang 17, Roberson 3, Vorzillo ne, Maresca 4, Infante 2, Gallea 2, Dixon 7, Diawara 22, Giovacchini 6, Toure 13. All. Luca Bechi Arbitri: Sahin, Seghetti, Weidmann 

Note: Tiri da due: Pepsi 26/42, Enel 27/42. Tiri da tre: Pepsi 5/17, Enel 5/21. Tiri liberi: Pepsi 23/27, Enel 7/9. Falli: Pepsi 14, Enel 23. Spettatori: 3665 per un incasso di 27363 euro. 

COMMENTO 
Successo agevole della Pepsi nell’anticipo di mezzogiorno della sesta giornata di ritorno contro l’Enel Brindisi, reduce da due convincenti prestazioni, contro Varese e Milano ed in cerca di punti per risalire la china. La squadra casertana, se si esclude un momento di sbandamento all’inizi del terzo periodo di gioco quando ha subito un parziale di 7-0 con canestri di Lang e Toure ed una tripla di Dixon, ha sempre mostrato di poter controllare la gara. Coach Sacripanti, a differenza di quanto accaduto la settimana scorsa, nell’altro anticipo di mezzogiorno a Bologna, ha potuto contare anche sulla panchina, in particolare su Colussi che ha chiuso la gara con 14 punti e 21 di valutazione, la migliore per la Pepsi, Martin, Koszarek e Garri. Il tecnico bianconero ha avuto l’opportunità, dunque, di far riposare Williams, Jones e Di Bella ed anche di inserire al 35' il giovanissimo Marzaioli sul punteggio di 83-66, quando Brindisi aveva ormai mollato dopo che la Pepsi, ispirata da Jones, Bowers e Di Bella aveva raggiunto anche 20 punti di vantaggio (76-56)al 29'. 

L'Enel Brindisi, che ha giocato con molto impegno fino a quando le forze hanno sorretto Lang e Diawara, in campo per quasi l’intero incontro, è riuscita in qualche modo a contrastare una Pepsi apparsa particolarmente determinata ed attenta in difesa e capace di attaccare con facilità la difesa a zona schierata da Bechi. 

I casertani hanno tentato il primo break nella prima frazione di gioco (23-15) e al 17'(45-30). All’avvio della terza frazione la fiammata di Brindisi con Lang, Toure e Dixon (52-46) e la pronta risposta di Di Bella, Bowers e Colussi, che hanno portato la Pepsi ad un più che rassicurante vantaggio (69-54) al 27'. Da allora la gara non ha avuto più storie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione