Cerca

Scherma, 17enne pugliese campionessa europea a Klagenfurt

di RAFFAELE FIORELLA 
Martina Criscio sul tetto d’Europa. La 17enne schermitrice foggiana ha vinto la prova individuale di sciabola femminile ai «Campionati europei cadetti», in corso di svolgimento a Klagenfurt, in Austria. Straordinaria la prestazione dell’atleta del Foggia Fencing che, in finale, ha battuto 15-12 la numero uno del tabellone, l’ungherese Anna Marton. L’intero percorso di incontri che ha portato la Criscio a vincere il titolo continentale è stato un capolavoro di tecnica, valore atletico e concentrazione
Scherma, 17enne pugliese campionessa europea a Klagenfurt
di RAFFAELE FIORELLA

Martina Criscio sul tetto d’Europa. La 17enne schermitrice foggiana ha vinto la prova individuale di sciabola femminile ai «Campionati europei cadetti», in corso di svolgimento a Klagenfurt, in Austria. Straordinaria la prestazione dell’atleta del Foggia Fencing che, in finale, ha battuto 15-12 la numero uno del tabellone, l’ungherese Anna Marton. La sciabolatrice foggiana, prima dell’assalto con cui si è laureata campionessa europea, aveva superato brillantemente sia la fase a gironi (cinque incontri vinti su sei) che le successive sfide ad eliminazione diretta. L’azzurra aveva infatti battuto nei sedicesimi la lussemburghese Noemie Kiefer, per 15-5, negli ottavi la greca Stavroula Dimkou (15-8), nei quarti l’ungherese Renata Katona (15-8) e infine, in semifinale, la polacca Angelika Wator (15-14). L’intero percorso di incontri che ha portato la Criscio a vincere il titolo continentale è stato un capolavoro di tecnica, valore atletico e concentrazione. 

UNA DELLE MIGLIORI IN CIRCOLAZIONE - Per la sciabolatrice del Foggia fencing, diventata una delle migliori atlete della scherma giovanile nazionale e internazionale, il trionfo europeo è giunto a meno di una settimana da un altro prestigioso successo: la conquista del titolo italiano Cadetti e a poche settimane dall’oro nella prova del Circuito nazionale giovani e dal buon decimo posto nella gara di Coppa del Mondo under 20 di Budapest. L’exploit in Austria è stato accolto con grande gioia e soddisfazione dai dirigenti del Foggia Fencing, con in testa il presidente Lucio Virgilio, dallo staff tecnico del sodalizio dauno, composto dai maestri Benedetto e Mirko Buenza e Francesca Zurlo, e dal preparatore atletico della talentuosa schermitrice, Domenico Di Molfetta. 

OGGI IL BIS NELLA PROVA A SQUADRE - Oggi, intanto, a Klagenfurt, la Criscio potrebbe fare il bis nella prova a squadre. I Campionati Europei si chiudono infatti con le prove a squadre di sciabola femminile e fioretto maschile. La Criscio gareggerà insieme a Sofia Ciaraglia, Federica Donati e Chiara Mormile. Oltre all’oro della schermitrice foggiana, l’Italia ha ottenuto, nelle gare individuali, altre otto medaglie: nella spada maschile l’argento di Lorenzo Buzzi e il bronzo di Mattia Pristerà, nel fioretto femminile l’ar - gento di Francesca Palumbo e il bronzo di Martina Sinigalia, nella spada femminile l’oro di Alberta Santuccio, nella sciabola maschile l’argento di Luca Curatolo e il bronzo di Leonardo Affede, nel fioretto maschile il bronzo di Michele Del Macchia.

GLI AUGURI DEL COMUNE - «Spero di dovermi ripetere con i complimenti per i nostri atleti anche ogni giorno e per ribadire sempre le stesse cose, vorrà significare che i nostri ragazzi avranno raggiunto sempre nuovi traguardi e saranno diventati un esempio positivo per la comunità. Lo sport deve essere inteso come aggregazione e crescita personale e sociale, per questo dico sempre che unisce e forma positivamente chi lo pratica correttamente. Poi quando arrivano i successi come quello di Martina siamo tutti più contenti». L’assessore comunale allo sport, Matteo Morlino, si complimenta con Martina Criscio che si è laureata campionessa in Austria come migliore sciabolatrice della sua categoria. «La medaglia d’oro di Martina ci riempie di orgoglio e sono sicuro che la giovane sciabolatrice è solo all’inizio di una carriera entusiasmante e che saprà portare il nome di Foggia su palcoscenici ancora più importanti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400