Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 13:44

Giacomazzi non giocherà al "Via del mare"

Dieci squalificati in serie A. In serie B, fermato fino al 7 febbraio Coly del Perugia. Un turno a Gazzi del Bari. In C1, una giornata a Ciuffi (Fidelis Andria), Stefani e Mounard (Foggia). In C2, Melfi falcidiato: tre partite a Ferrara, una a Campofranco, Fumagalli e Costanzo. Squalifiche in D
MILANO - Sono 10 i calciatori squalificati in serie A a seguito dei match disputati tra sabato e domenica scorsi e validi per la 15esima giornata d'andata. Si tratta, tutti per una giornata, di Argilli (Siena), Bega (Cagliari), Franceschini e Nakamura (Reggina), Colucci (Bologna), Favalli (Inter), Giacomazzi (Lecce), Marcolini (Atalanta), Portanova (Siena), Volpi (Sampdoria). Tra gli allenatori stop di un turno per Arrigoni (Cagliari) e Simoni (Siena); tra i dirigenti inibito fino al 7 gennaio Perinetti (Siena), fino al 19 dicembre Cellino (Cagliari). Fra le società ammende a Lazio (13.000 euro, anche per cori razzisti), Fiorentina (7.000 euro), Atalanta, Cagliari e Siena (5.000 euro), Lecce (4.000 euro), Bologna (3.000 euro), Juventus (1.500 euro).
«Al 37' del secondo tempo colpiva con un pestone ad una gamba un avversario a terra; alla notifica della conseguente espulsione, si avvicinava all'arbitro e gli rivolgeva numerose parole di grave insulto; infine, nel medesimo contesto, con gesto intenzionale delle labbra colpiva il viso dell'arbitro con spruzzi di saliva». Con queste motivazioni il Giudice sportivo ha squalificato fino al prossimo 7 febbraio (poco meno di due mesi) il calciatore senegalese del Perugia Ferdinand Alex Coly.
Per il resto, il Giudice ha squalificato in serie B per due turni Pestrin (Cesena) e per uno Torricelli e Spinesi (Arezzo), Alioui e Baiocco (Perugia), Briano e Carbone (Catanzaro), Garzon e Terra (Pescara), Zaniolo e Bombardini (Salernitana), Biasi (Verona), Galeoto (Treviso), Gastaldello (Treviso), Gazzi (Bari), Pianu (Triestina). Tra i dirigenti inibito fino al 17 gennaio Ercoli (Perugia) e fino al 7 gennaio Cesaroni (Ascoli). Tra le società, ammende a Perugia (40.000 euro), Ascoli (4.500 euro), Pescara (4.000 euro), Venezia (3.000 euro), Ternana (2.500 euro), Crotone (2.000 euro), Catania (1.250 euro), Bari e Piacenza (1.000 euro).
In C1, tra i giocatori espulsi, sono stati squalificati per due gare Molino (Benevento) e per un turno Ciuffi (Fidelis Andria), Stefani (Foggia), Bertolini (Reggiana), Mazzoli e Serafini (Vis Pesaro). Fra i giocatori non espulsi, squalifica per una gara per Donadoni (Cremonese), Martusciello (Lucchese), Grassi (Como), Bonfanti (Chieti), Dall'Igna (Cremonese), Mounard (Foggia), Bianchini, Maggiolini e Perovic (Grosseto), Graziani (Mantova), Gennari (Pistoiese), Mastronicola (Rimini), Cigarini e Taccucci (Sambenedettese), Capezzuto (Sora), Anaclerio e Mattassi (Spezia), Menolascina e Molino (Benevento).
Ammonizione con diffida per Danotti (Acireale), Napolioni (Reggiana), Tummiolo (Acireale), Gambino (Como), Prisciandaro (Cremonese), Cozzolino (Giulianova), Cingolani e Paris (Lanciano), Zanzara (Mantova), Lanzillotta (Martina), Abate (Napoli), Polenghi (Novara), Olorunleke e Paoletti (Reggiana), Caleri e Perrone (Sangiovannese), Geraldi (Sassari Torres), Luciani (Sora), Fedeli e Roselli (Spal), Medina (Spezia), Cerchia e Tchangai (Benevento), Cala (Teramo).
Ammende a società: Padova 5000 euro per versi gridati verso giocatore ospite di colore «chiaramente espressivi di discriminazione razziale», Reggiana 1250, Napoli 1000, Fidelis Andria, Foggia 750, Acireale, Avellino, Grosseto, Sporting Benevento 400, Vis Pesaro 350, Sambendettese 300, Vittoria 250.
In C2, tra i giocatori espulsi sono stati squalificati per due gare Niccolini (Fano), Egbedi (Pro Vercelli), Berardi (San Marino) e per una giornata Mancini (Juve Stabia), Guaina (Pizzighettone), Barusso (Manfredonia). Tra i giocatori non espulsi, squalifica per tre giornate per Ferrara (Melfi) perché a fine gara, «pur trattenuto da altre persone, colpiva con due calci e un pugno un addetto locale ai servizi sanitari dello stadio». Stop per due gare a Zanardo (Legnano), Campofranco e Fumagalli (Melfi) per «tentativi di aggressione ad addetti della società». Per un turno squalificati D'Ainzara (Legnano) e Costanzo (Melfi). Per recidività in ammonizione sono stati squalificati per una gara Medri (Belluria Igea Marina), Pannozzo (Potenza), Matinella (Barcellona), Monetta e Rondinella (Ivrea), Sibilli (Legnano), D'Ainzara (Legnano), Turone (Manfredonia), Barjie (Monza), Battisti (Morro d'oro), Desole (Olbia), Melosi (Palazzolo), Bochu e Marziano (Pro Vasto), Pizzolla (Ravenna), Bianchi e Padoin (Sanremese), Borgogni (Sansovino), Bogani (Tolentino), Perrulli (Viterbo). Tra gli allenatori, squalifica per una gara per Varrella (Bellaria Igea Marina) e Princiotta (Igea Virtus Barcellona). Tra i dirigenti, inibizione fino al 16 gennaio 2005 per Rosa (Melfi). Ammende a società: Potenza 3400 euro per espressioni discriminazione razziale verso calciatore di colore ospite, Legnano 1500, Manfredonia 500, Ravenna 400, Carrarese 250, Melfi 200.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione