Cerca

Lecce-Roma 1-2 De Canio furioso: a noi negati 3 rigori

LECCE - Un calcio di rigore trasformato nel finale da Pizarro decide l’anticipo del «Via del mare». Vince la Roma che si impone per 2-1 sul Lecce e conquista i tre punti dopo aver subito l'ennesima rimonta con Giacomazzi che aveva risposto a Vucinic. Roma con maggiore personalità nella prima frazione; il Lecce ben messo in campo attende ed è pronto a ripartire
Lecce-Roma 1-2 De Canio furioso: a noi negati 3 rigori
LECCE (4-5-1): Rosati 6; Rispoli 6 (34' st Chevanton sv), Gustavo 6, Fabiano 6, Brivio 6; Munari 6, Vives 6, Giacomazzi 7, Grossmuller 5.5 (43' pt Corvia 6.5), Olivera 6.5; Jeda 6. In panchina: Benassi, Donati, Piatti, Mesbah, Bertolacci, 
Allenatore: De Canio 6. 
ROMA (4-2-3-1): Doni 6; Cassetti 6 (30' pt Juan 6), N.Burdisso 6, Mexes 6.5, Riise 6; De Rossi 6, Pizarro 6.5; Taddei 6 (24' st Brighi 6), Perrotta 6, Vucinic 6.5 (36' st Menez sv); Borriello 6. In panchina: Julio Sergio, Castellini, Caprari, Simplicio. 
Allenatore: Montella 6. 
ARBITRO: Damato di Barletta 6. 
RETI: 32' pt Vucinic, 30' st Giacomazzi, 45' st Pizarro (rigore) 
NOTE: Serata umida, terreno in discrete condizioni. 
Spettatori: 20 mila circa. 
Ammoniti: De Rossi, Rispoli, Perrotta, Brighi, Munari. 
Angoli: 5-2 per il Lecce. 
Recupero: 4'; 4'. 

LECCE - Un calcio di rigore trasformato nel finale da Pizarro decide l’anticipo del «Via del mare». Vince la Roma che si impone per 2-1 sul Lecce e conquista i tre punti dopo aver subito l'ennesima rimonta con Giacomazzi che aveva risposto a Vucinic. Roma con maggiore personalità nella prima frazione; il Lecce ben messo in campo attende ed è pronto a ripartire. 

Al 25' giallorossi vicinissimi al vantaggio con Taddei che serve a destra Cassetti in area, conclusione angolata che finisce di poco a lato. Al 32' Roma in vantaggio: grande azione dell’ex Mirko Vunicic che scappa a Rispoli, avanza verso la porta, elude l'intervento dei difensori avversari e calcia con freddezza un rasoterra che si infila alla sinistra di Rosati. 

Nella ripresa al 12' destro di Olivera da fuori con palla che sfiora l’incrocio dei pali. Al 13' miracolo di Doni che si salva in angolo su colpo di testa ravvicinato di Corvia dopo un cross di Giacomazzi. Al 20' ancora Lecce con Jeda che serve di testa Corvia, sinistro di prima intenzione e palla che sfiora il palo. Al 30' il Lecce pareggia: cross da destra di Munari e stacco di testa di Giacomazzi che infila il pallone sotto l’incrocio dei pali dove Doni non può arrivare. 

Al 45' Munari colpisce con il Braccio in area e Damato indica il dischetto; trasforma Pizarro e la Roma vince. 

DE CANIO POLEMICO: NEGATI A NOI 3 RIGORI 
«Damato è un grande arbitro, ma qualcosa ha sbagliato. C'erano almeno tre rigori per il Lecce, e la gara è stata decisa da episodi». È polemico il tecnico del Lecce, De Canio al termine della partita persa 2-1 al 90' con la Roma: l’allenatore dei salentini analizza il match dicendo che è dipeso «dagli episodi, a volte gira bene, a volte no» e poi si lascia andare a una battuta: «Ora parliamo con i nostri parlamentari e faremo un’interrogazione parlamentare... – dice De Canio ai microfoni di Sky – Gli episodi sono chiari, in un’occasione l’arbitro mette il fischietto in bocca e poi non se la sente di assegnare il rigore».

MONTELLA: 'NOI MEGLIO, VITTORIA MERITATA'
“Ho visto una bella partita, giocata a buon ritmo, il Lecce è stato abile, non era facile fare il gioco. Abbiamo rischiato pochissimo e creato qualche occasione con un Lecce organizzatissimo: nel secondo tempo ci siamo abbassati un pò, facevamo meno pressione a centrocampo. I ragazzi però hanno voluto vincere la partita e ci siamo riusciti anche per merito: perchè la Roma per gioco espresso e qualità dei giocatori ha fatto meglio del Lecce”. Vincenzo Montella analizza così il successo dei giallorossi a Lecce. 

“Il gol della vittoria fatto al novantesimo – spiega l'allenatore della Roma ai microfoni di Sky -, anche se su rigore, spero ci dia forza. Io devo ritrovare la Roma e fare in modo di avere la nostra continuità, facciamo la corsa su noi stessi”. Montella spiega anche la 'contesa' tra Borriello e Pizarro per calciare il rigore decisivo. 

“Pizarro aveva deciso di lasciare il rigore a Marco e poi ha cambiato idea: avevano voglia di tirarlo tutti e due, significa che non si nascondono dalle responsabilità – dice l’allenatore della Roma -. Borriello ha fatto comunque una buona gara, ha lottato, ha fatto salire la squadra: possiamo migliorare tutti e può fare molto meglio anche lui, come tutti. Sappiamo quali sono i nostri obiettivi e concentriamoci su quelli: abbiamo raccolto sette punti, siamo sula strada giusta e possiamo fare molto meglio”. 

Ora la Roma deve affrontare lo Shaktar nel ritorno degli ottavi di Champions e serve un’impresa per rimontare il ko dell’andata: e poi ci sarà il derby. “Pensiamo a una gara alla volta – dice Montella – penso che questa squadra ce la possa fare, andremo per vincere perchè abbiamo le possibilità di farlo e perché ci crediamo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400