Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 11:57

Brescia-Lecce: 2-2 Rimonta dei salentini

BRESCIA – Il Brescia riesce ancora a sprecare un vantaggio di due gol e butta via una grandissima occasione di rilanciarsi nella corsa salvezza, facendosi rimontare dal Lecce. Ma sull'esito del match pesa una decisione di Morganti che al 47' della ripresa annulla a Caracciolo il gol del 3-2 per una posizione di fuorigioco inesistente. E così i salentini ringraziano dando seguito nel migliore dei modi alla super vittoria di una settimana fa sulla Juventus.
Brescia-Lecce: 2-2 Rimonta dei salentini
BRESCIA – Il Brescia riesce ancora a sprecare un vantaggio di due gol e butta via una grandissima occasione di rilanciarsi nella corsa salvezza, facendosi rimontare dal Lecce. Ma sull'esito del match pesa una decisione di Morganti che al 47' della ripresa annulla a Caracciolo il gol del 3-2 per una posizione di fuorigioco inesistente. E così i salentini ringraziano dando seguito nel migliore dei modi alla super vittoria di una settimana fa sulla Juventus.
 
Nel 2-2 finale pesano più i demeriti della squadra di casa che i meriti degli ospiti. Nel bene e nel male contro un Lecce sottotono (con tante assenze) ha fatto tutto il Brescia che prima ha sprecato due-tre occasioni per chiudere i giochi e che poi ha puntualmente pagato due errori difensivi (uno per tempo) oltre ad una ripresa nella quale ha smesso di giocare. 

Parte bene la squadra di casa con una punizione dal limite di Diamanti deviata in corner dalla difesa. Al 14' Konè manca di poco la mira su un pallone respinto, ma non trattenuto da Rosati ed è il preludio del vantaggio, anzi del doppio vantaggio del Brescia. Che tra il 17' ed il 19' pensa di aver messo al sicuro il risultato. Apre Caracciolo con un colpo di testa preciso su cross dalla destra di Zambelli e altrettanto precisa e vincente è l’incornata di Zoboli su corner di Diamanti. 

Il Lecce, che paga anche le pesanti assenze a centrocampo, fatica a raccapezzarsi ed il Brescia sfiora il tris con un diagonale di Konè sugli sviluppi di un contropiede con palla di pochissimo a lato. Gol della sicurezza fallito, gol della speranza segnato: quello del Lecce che alla mezz'ora passa con Corvia bravo a infilare Arcari con un pallonetto. Nel finale di tempo forti proteste bresciane per un fallo in area su Zambelli. 

Complice il terreno di gioco pesante ed allentato a causa di pioggia e nevischio caduti, i ritmi si abbassano. In particolare quelli del Brescia. Non fa molto il Lecce per approfittarne, ma il minimo sindacale è comunque sufficiente ai pugliesi per acciuffare l’incredibile pareggio. Succede al 25' quando Munari va via sulla destra, entra in area, si accentra e a tu per tu con Arcari non sbaglia. 

In pieno recupero Caracciolo va in gol sugli sviluppi di un angolo: rete annullata per fuorigioco che non c'è e Brescia furioso. E molto vicino al baratro, visto che ormai è penultimo, visto che è stato scavalcato anche dal Cesena.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione