Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 14:04

Mutti: il Bari deve cambiare marcia

BARI – «Ci auguriamo di cambiare marcia». Bortolo Mutti vuole vedere un Bari diverso, una squadra che creda nei propri mezzi e che non pensi troppo ad una classifica che ormai sembra definitivamente compromessa. Il tecnico dei biancorossi, alla vigilia della sfida interna di domani contro la Fiorentina, parla di una squadra più tranquilla dopo una settimana ad alta tensione
Mutti: il Bari deve cambiare marcia
BARI – «Ci auguriamo di cambiare marcia». Bortolo Mutti vuole vedere un Bari diverso, una squadra che creda nei propri mezzi e che non pensi troppo ad una classifica che ormai sembra definitivamente compromessa. Il tecnico dei biancorossi, alla vigilia della sfida interna di domani contro la Fiorentina, parla di una squadra più tranquilla dopo una settimana ad alta tensione. «Dopo la contestazione di martedì, che ha colpito molto lo spogliatoio, posso dire che c'è più serenità in questi giorni – spiega Mutti -. Dobbiamo andare in campo senza paure cercare di liberare la mente e fare quello che questa squadra sa fare. I ragazzi sanno di dover dare di più, ne sono consapevoli». 

Sulla probabile formazione, Mutti non dà indicazioni. «Belmonte è in ritiro con la squadra ma non è ancora al meglio delle condizioni, quindi non giocherà. Codrea potrebbe giocae. Husekleep? L’ho provato in settimana come anche altri giocatori ma fino a domani mattina non do la certezza a nessuno su chi giocherà». Mutti conclude parlando della Fiorentina di Mihajlovic, domani di scena al San Nicola. «E' una squadra che dopo un periodo di smarrimento, si sta ritrovando. Ha assestato la sua classifica e ha recuperato un giocatore importante come Mutu. Hanno – conclude il tecnico del Bari – senza dubbio l’imbarazzo delle scelte in ogni zona del campo». 

HUSEKLEPP E TRIDENTE CONTRO LA FIORENTINA
Mutti si gioca le carte Codrea e Huseklepp, per cambiare volto ad un Bari che non riesce ad espugnare il San Nicola da cinque mesi. Il centrocampista romeno rimpiazzerà l'infortunato Almiron, mentre l’attaccante norvegese dovrebbe agire da esterno alto a destra, in un 4-3-3. Il Bari domani dovrà fare a meno di Nicola Belmonte: il difensore, nella rifinitura di stamattina al San Nicola, non ha convinto il tecnico, Bortolo Mutti. La sua condizione fisica resta precaria, ma il calabrese ha chiesto ugualmente di andare in ritiro con i compagni. Nella lista degli indisponibili ci sono anche le punte Barreto e Kutuzov, il terzino Salvatore Masiello e il regista Almiron. Mutti non ha fatto previsioni sul rientro del cannoniere brasiliano: «Barreto è reduce da un infortunio molto delicato. Non è possibili prevedere i tempi del suo ritorno in gruppo». Il sudamericano è fermo dal 7 dicembre scorso per problemi muscolari e ha avuto una ricaduta dell’infortunio nel ritiro durante la sosta natalizia a Roma. 

Lo squalificato Rossi verrà sostituito da Andrea Masiello al centro della retroguardia, sulla destra tornerà Raggi. I dubbi principali del tecnico sono concentrati nel reparto avanzato. L’argentino Castillo contende una maglia ad Okaka, mentre Ghezzal dovrebbe spuntarla su Alvarez e Bentivoglio. Probabile formazione (4-3-3): Gillet; Raggi, A. Masiello, Glik, Parisi; Donati, Codrea, Gazzi; Huseklepp, Castillo, Ghezzal.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione