Cerca

«Se al Bari bastasse cambiare allenatore io me ne andrei»

La situazione del Bari è sempre più difficile, ma il tecnico Giampiero Ventura non è uno che si arrende facilemente e a margine della cerimonia del premio Andrea Fortunato a Roma, ai microfoni di Sky torna sul momento della squadra, sconfitta ieri a Brescia: «Se bastasse il cambio di allenatore per modificare l’attuale situazione sarei il primo ad andare in tribuna con la bandiera del Bari a tifare. Non credo sia questo il reale problema»
«Se al Bari bastasse cambiare allenatore io me ne andrei»
ROMA  – «Il miracolo quest’anno non sta riuscendo? Ci sono delle motivazioni, abbiamo avuto 7-8 giocatori importanti persi per molti mesi e non potevamo permettercelo. Ora si gioca con alle spalle una serie interminabile di risultati negativi e non è facile. Stiamo parlando di nove punti che sono tre partite, se risolveremo il problema del gol, che abbiamo dopo aver perso Barreto, ci saranno le possibilità per conservare questa categoria». 

La situazione del Bari è sempre più difficile, ma il tecnico Giampiero Ventura non è uno che si arrende facilemente e a margine della cerimonia del premio Andrea Fortunato a Roma, ai microfoni di Sky torna sul momento della squadra, sconfitta ieri a Brescia: «Tutti mi fanno la stessa domanda, ovvero come faccio a motivare la squadra e io rispondo che questo Bari riesce a fare le partite. Ieri non abbiamo subito un tiro in porta, ma abbiamo fallito due occasioni davanti al portiere. Potevamo raccogliere molto di più, specialmente nelle ultime partite, piano piano recuperando i giocatori torneremo a essere una squadra. La mia situazione? Il rapporto con la città, con il presidente Matarrese va olte il rapporto professionale. Se bastasse il cambio di allenatore per modificare l’attuale situazione sarei il primo ad andare in tribuna con la bandiera del Bari a tifare. Non credo sia questo il reale problema, in questo momento dobbiamo cercare di fare gol e uscire da questa situazione. Mi sarei aspettato intervento diverso sul mercato? La città forse sì, ma se non è stato fatto è evidente che non c'erano i presupposti economici. Se sei un aziendalista devi capire le difficoltà e le esigenze di un particolare momento, due tre anni fa le possibilità erano 100 volte superiori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400