Cerca

Bari, Barreto resta ma è giallo sul perché E arrivano 7 rinforzi

BARI - Oggi pomeriggio sembrava fatta. Con la formalizzazione del passaggio di Paulo Vitor Barreto alla Fiorentina e il Bari che ne cedeva la comproprietà per 4,5 milioni di euro (l'altra metà del cartellino resta dell'Udinese). Invece no: in serata si è appreso che il giocatore brasiliano resta "barese". Perché? S'è detto che non avesse superato le prove mediche alla Fiorentina. Ma l'A.S. Bari ha reso noto che è stato Matarrese a ritirarlo dal mercato. Intanto, ingaggiato a titolo definitivo l'attaccante della nazionale norvegese Erik Huseklepp. Ingaggiato anche il centrocampista della nazionale slovacca Kamil Kopanek, di 26 anni. Ceduti in prestito la punta Caputo al Siena e l'esterno D'Alessandro al Livorno
(Foto: 6 gennaio 2010, Barreto esulta durante la partita Bari-Udinese; che finirà 2-0)
• Il Lecce ha ceduto in prestito Bergougnoux
• L'Empoli sta per prelevare dal Barletta il portiere Renato Dossena
Bari, Barreto resta ma è giallo sul perché E arrivano 7 rinforzi
BARI - Se ne parlava da un bel po' e, alla fine, oggi pomeriggio sembrava fatta. Con la formalizzazione del passaggio di Paulo Vitor Barreto alla Fiorentina e il Bari che ne cedeva la comproprietà per 4,5 milioni di euro (l'altra metà del cartellino resta dell'Udinese). Invece no: in serata si è appreso che il giocatore brasiliano resta "barese". 

La motivazione che è circolata è che l'attaccante - che è in maglia biancorossa dal 2008 - non avesse superato le prove mediche alla Fiorentina in quanto sarebbero incerti i tempi di recupero dal serio infortunio muscolare patito nello scorso dicembre.

Non è dello stesso avviso, però, il presidente Vincenzo Matarrese. In comunicato diffuso dalla società in tarda serata sul mancato trasferimento del bomber, si legge che Paulo Vitor Barreto è stato «messo in vendita in mattinata in un momento di debolezza della società» e «alle 18.45 è stato ritirato dal mercato su decisione del presidente Matarrese per il bene del Bari e perché ritenuto un giocatore importante per la salvezza della squadra». 


PRESO L'ATTACCANTE NORVEGESE HUSEKLEPP
Il Bari nell’ultimo giorno di mercato ha ingaggiato a titolo definitivo l’attaccante della nazionale norvegese Erik Huseklepp, 27 anni, dal Brann Norway. 

Arriva dal Siena con la formula del prestito con diritto di riscatto il centrocampista romeno Paul Costantin Codrea, 29 anni. 

Ceduti in prestito la punta Caputo al Siena e l’esterno D’Alessandro al Livorno.

AL BARI NAZIONALE SLOVACCO KOPANEK
Il Bari ha ingaggiato il centrocampista della nazionale slovacca Kamil Kopanek, di 26 anni, che arriva dallo Spartak Trnava, la squadra della sua città nella quale ha fatto tutta la trafila delle giovanili prima di esordire nel 2002. Dopo aver disputato il mondiale Under 20 del 2003, ha debuttato in nazionale maggiore nel marzo del 2006 contro la Francia.

ANGELOZZI: SIAMO SODDISFATTI
“Siamo soddisfatti – spiega il direttore sportivo, Guido Angelozzi - perché abbiamo rinforzato l’organico come da programma. Poi siamo riusciti a ingaggiare anche Kopanek, un centrocampista che ci ha segnato un gol con la Slovacchia negli ultimi mondiali. Il tecnico, Ventura? L’ho sentito, era contento”. 

Sul mancato passaggio di Barreto alla Fiorentina, Angelozzi è lapidario: “Ognuno racconta la sua versione. Alla fine la trattativa è saltata, qualcuno si è tirato indietro. Le condizioni fisiche del giocatore? Erano note da tempo, ma non potevano essere un motivo per definire al ribasso il prezzo”. 

COMPLESSIVAMENTE 7 ACQUISTI
Sette acquisti per il Bari fanalino della serie A nel mercato di gennaio, tre i colpi dell’ultimo giorno di contrattazioni (due sono nazionali) per cercare nuovi spunti e fresche energie per risalire la china. 

I pugliesi hanno ingaggiato le punte Rudolf (dal Genoa), Okaka (dalla Roma), Huseklepp (nazionale della Norvegia dal Brann Norway), i centrocampisti Codrea (dal Siena), Bentivoglio (dal Chievo), Kopanek (dallo Spartak Trnava) e il difensore Glik (dal Palermo). 

Nella lista di uscita ci sono Pulzetti (al Chievo), Caputo (al Siena), D’Alessandro (al Livorno) e Crimi (al Grosseto).
(Foto: 6 gennaio 2010, Barreto esulta durante la partita Bari-Udinese; che finirà 2-0)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400