Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 02:51

Basket, brutto tonfo per l'Enel Brindisi col Canadian Solar

CASALECCHIO DI RENO (BOLOGNA) – Fuori nevica, ma dentro su Brindisi grandina anche. Una Virtus divertente e divertita si gode, infatti, la prima serata comoda dell'anno vincendo con molti sorrisi e pochi affanni. Troppo blanda, per chi lotta per salvarsi, la difesa dell'Enel. Alla fine: Canadian Solar Bologna batte Enel Brindisi 93-72 
(Foto: Luca Bechi, allenatore dell'Enel Brindisi)
Basket, brutto tonfo per l'Enel Brindisi col Canadian Solar
Canadian Solar Bologna batte Enel Brindisi 93-72 (29-25, 52-42, 70-57). 
Canadian Solar Bologna : Koponen 5, Winston 7, Poeta 8, Martinoni 8, Homan 15, Rivers 17, Bastone ne, Sanikidze 14, Gailius 10, Fantinelli ne, Bottioni 2, Amoroso 7. 
All.: Lardo. 
Enel Brindisi: Dixon 9, Roberson 27, Diawara 13, Toure 9, Lang 12, Maresca 2, Infante, Gallea, Pugi ne, Giovacchini. 
All.: Bechi. 
Arbitri: Pozzana, Lo Guzzo, Pinto. 
Note – Tiri liberi: Bologna 14/21, Brindisi 15/27. Tiri da tre: Bologna 9/22, Brindisi 7/25. Rimbalzi: Bologna 41, Brindisi 31. Usciti per 5 falli: Toure al 38', Martinoni al 39', Roberson al 39'. Spettatori: 7.960. 

CASALECCHIO DI RENO (BOLOGNA) – Fuori nevica, ma dentro su Brindisi grandina anche. Una Virtus divertente e divertita si gode, infatti, la prima serata comoda dell’anno vincendo con molti sorrisi e pochi affanni. Troppo blanda, per chi lotta per salvarsi, la difesa dell’Enel che ha finito per confermare uno dei dubbi della stagione bianconera: questa Canadian, che di natura viaggia su ritmi controllati, quando corre mostra invece una scioltezza inaspettata. 

Ottimo l’esordio di Rivers (6/9), ispiratore del break spaccapartita a metà secondo quarto: salita a +10, Bologna ha poi controllato senza patemi fino al +24 (86-62). A quota 93, esclusa la maratona con Cremona, la Canadian non si era mai issata. Ci è arrivata rispolverando la cooperativa del canestro vista l’anno scorso. A ispirarla 20 assist di squadra (Poeta sei, Koponen e Winston cinque) che hanno fruttato il 60% da due (26/43) e il 41% da tre (9/22), sporcato nel finale. 

L'ultimo contatto Enel è stato al 24' (56-50), ma Bechi non ha trovato, in un roster troppo corto, un’alternativa all’ottimo Roberson (10/17). Svagato Dixon (4/12, cinque perse), dopo un promettente inizio si sono spenti anche Tourè e Diawara. E l’ex Lang (4/8, 8 rimbalzi), a parte gli applausi del pubblico, della partita si ricorderà ben poco di buono, stritolato nella morsa di Sanikidze (6/7, 12 rimbalzi) e Homan (7/10). Bene, ed era ora, anche Amoroso e Martinoni. 

Lo show finale di Sanikidze (sette punti nell’ultimo quarto) ha poi chiuso il sipario. Ma il peggio per Brindisi è arrivato dopo l’ultima sirena: le vittorie al supplementare di Teramo e Sassari, infatti, la lasciano ora all’ultimo posto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione