Cerca

Il Parma cade a Liegi

Sconfitta due a uno la squadra emiliana puniti al 50' del secondo tempo su calcio piazzato. I gialloblù erano riusciti a passare in vantaggio con un rete di Pisanu
STANDARD LIEGI: Runje, Deflandre, Dragutinovic, Onyewu, Leonard, Conceicao, Curbelo, Geraerts, Mutavdzic (12' st Michel Garbini), Bangoura (18' st Vandooren), Tchite. In panchina: Turnbull, Walasiak, Jari Niemi, Carlos Alberto, Wiston.
Allenatore: D'Onofrio.
PARMA: Berti; Ferronetti, Bovo, P. Cannavaro, Contini, Pisanu (1' st Marchionni), Grella, Budel (21' st Simplicio), Rosina, Ruopolo, Maccarone (14' st Bresciano). In panchina: De Lucia, Bonera, Cardone, Gilardino.
Allenatore: Baldini.
ARBITRO: Halsey (ING)
RETI: 45' pt Pisanu, 9' st Geraerts, 50' st Michael Garbini.
NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Angoli: 8-2 per lo Standard Liegi. Ammoniti: Onyewu, Budel, Ferronetti, Grella, Curbelo, Leonard, Marchionni. Recupero: 2'; 6'.


LIEGI (Belgio) - Una punizione al 50' del brasiliano Michel Garbini, condanna il Parma alla sconfitta per 2-1 sul campo dello Standard Liegi, nel match valido per la Coppa Uefa. Risultato immeritato per i gialloblù di Silvio Baldini che erano anche riusciti a passare in vantaggio allo scadere del primo tempo e che erano stati raggiunti da una conclusione fortunosa di Geraerts in apertura di ripresa. Poi, anche per colpa dell'arbitro inglese Halsey che a metà tempo spezzettava il gioco rifilando cartellini gialli a ripetizione, la partita si faceva un pò cattiva. Il Parma riusciva comunque a gestire l'offensiva dei padroni di casa con Berti sempre pronto in caso di necessità. Ma le tante interruzioni consentivano al Liegi di contare su ben sei minuti di recupero al cui scadere giungeva la rete della vittoria dell'attaccante brasiliano dello Standard. La formazione di D'Onofrio tiene la palla mettendo in affanno la difesa ducale soprattutto su due calci piazzati, uno dell'ex Sergio Conceicao e l'altro con Leonard ed in entrambe Berti si salva respingendo con un ginocchio. Per il Parma la prima azione degna di nota poco dopo la mezz'ora. Spunto personale di Ruopolo che di destro serve al centro per Maccarrone. Runje si getta tra i piedi dell'attaccante italiano, parando in due tempi. Ancora l'attaccante gialloblu a tu per tu con il portiere un minuto più tardi, ma l'estremo difensore riesce a mandare in corner. La replica dei belgi al 40' con un tiro al volo dalla destra di Conceicao sul quale Berti vola a deviare sopra la traversa. Al 45' il Parma passa in vantaggio.
Contropiede gialloblù con Maccarrone che dal limite d'area allarga sulla destra per Pisanu che di collo destro infila nella porta difesa da Runje.
Al rientro in campo Baldini presenta Marchionni al posto di Pisanu. Dopo un anticipo di testa di Contini su Bangoura su cross del solito Conceicao, al 9' lo Standard pareggia. Geraerts, anche se non in perfetto equilibrio, raccoglie uno stop di petto di Paolo Cannavaro ed infila Berti con un tiro a parabola. Cambio in attacco nelle fila del Parma con Bresciano al posto di Maccarrone. Al 21' l'arbitro annulla un gol in mischia di Geraerts per fuorigioco. Un minuto più tardi Rosina lancia proprio l'attaccante australiano che però a tu per tu con Runje non riesce a trovare la giusta deviazione. Nel giro di cinque minuti l'arbitro inglese Halsey tira fuori quattro volte il cartellino giallo (Grella, Curbelo, Leonard e Marchionni, ndr), spezzettando spesso il gioco. Al 35' Ruopolo ha sui piedi la palla del 2-1 ma al momento di concludere tira su Runje in uscita. Al 39' è Gianluca Berti a salvare il risultato volando a deviare in corner su un tiro da due passi di Geraerts. Al 50', però, lo Standard Liegi trova il gol su una punizione del brasiliano Michel Garbini che fora la barriera e piega le mani a Berti che era sulla traiettoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400