Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 19:47

Australian Open Pennetta e Seppi salvano l'Italia

ROMA – Rafa Nadal non ha nemmeno dovuto finire l’incontro per sconfiggere il suo avversario: il brasiliano Marcos Daniel si è ritirato sul 6-0, 5-0 a sfavore. Praticamente un ko tecnico per lo spagnolo, approdato al secondo turno dell’Australian Open, torneo in cui il numero uno del mondo potrebbe compiere il Grande Slam
Australian Open Pennetta e Seppi salvano l'Italia
ROMA – Rafa Nadal non ha nemmeno dovuto finire l’incontro per sconfiggere il suo avversario: il brasiliano Marcos Daniel si è ritirato sul 6-0, 5-0 a sfavore. Praticamente un ko tecnico per lo spagnolo, approdato al secondo turno dell’Australian Open, torneo in cui il numero uno del mondo potrebbe compiere il Grande Slam. 

Anche Andy Murray non ha dovuto concludere i tre set minimi per passare: lo slovacco Karol Beck ha mollato sul 6-3 6-1 4-2 per lo scozzese. Sia Nadal sia Murray si trovano nella parte alta del tabellone, essendo quella bassa presidiata da Roger Federer. Sempre nel primo turno maschile da notare il ritorno di Juan Martin del Potro, che nel 2009 vinse a sorpresa Flushing Meadows. L’argentino ha superato in tre set l’israeliano Dudi Sela per 7-6 (15-13), 6-4, 6-4 . 

Tra gli italiani fuori Potito Starace, battuto come prevedibile dallo svedese Robin Soderling, testa di serie numero 4, che si è imposto 6-4, 6-2, 6-2, con 12 ace in 13 turni di battuta. Molto meglio è andata ad Andreas Seppi, che aveva di fronte il francese Arnaud Clement: 3-6, 2-6, 7-5, 6-3, 6-2 il punteggio per l’azzurro dopo tre ore e trentanove minuti di gioco. Nel prossimo match Seppi troverà un altro francese, Jo-Wilfried Tsonga. 

Nel torneo femminile Flavia Pennetta è approdata al secondo turno liquidando 6-2, 6-1 l’australiana di origine russa Anastasia Rodionova. La brindisina, testa di serie numero 22, giocherà il prossimo match contro la spagnola Lourdes Dominguez Lino, numero 84 del ranking mondiale. Sconfitte invece Maria Elena Camerin, Romina Oprandi e Roberta Vinci: la prima in tre set dalla russa Dushevina (6-3, 3-6, 6-1), la seconda dall’altra russa Maria Kirilenko, testa di serie numero 18, in un match tiratissimo finito 6-3, 5-7, 8-6 per l’avversaria dell’azzurra. Infine Roberta Vinci, anche lei superata per 8-6 nella terza partita dall’australiana Alicia Molik. 

In totale, solo 4 italiani sono approdati al secondo turno su 14 inseriti nel tabellone degli Australian Open.
Bene infine Vera Zvonareva contro l’austriaca Sybille Bammer, Samantha Stosur ha battuto 6-1, 6-1 l’americana Lauren Davis, Jelena Jankovic 6-0 7-6 la russa Alla Kudryavtseva. Pessima la prova dell’ex numero 1 del mondo Dinara Safina: la russa ha perso con la belga Kim Clijsters, testa di serie numero 3, senza conquistare neppure un game. 

Al secondo turno da seguire il match tra il serbo Novak Djokovic, testa di serie numero 3, e il croato Ivan Dodig. Non tanto sul campo, dove il primo è nettamente favorito, quanto sugli spalti: si teme che tifosi delle comunità di immigrati dai due Paesi della ex Jugoslavia possano darsele di santa ragione. Nel 2009 l’incontro fra Djokovic e il bosniaco Amer Delic vide come contorno un lancio di sedie, con una donna che venne colpita e svenne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione