Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 23:40

Zeman: «Giocare su questi terreni è una lotteria»

Il tecnico boemo: «Voi parlate di una partita che per me non è stata una partita, ma ripeto una lotteria. Le regole dicono che si deve giocare anche su questi campi perché il campionato deve andare avanti, mi dispiace perché se non pioveva la gente si divertiva di più»
Lecce-JuventusLECCE - Perdere con la Juventus proprio non va giù a Zdenek Zeman ed il fatto che sia stato Alessandro Del Piero a segnare il gol vittoria, probabilmente, lo disturba ancora di più. Il tecnico boemo si presenta in sala stampa con il volto teso, fa finta di non voler fare polemica, ma alla fine non rinuncia ad attaccare la Juve. «Il calcio su questi terreni di gioco non è calcio - spiega Zeman riferendosi alle condizioni del campo -, è una lotteria, peccato che 15 volte su 20 in questa lotteria esca sempre lo stesso numero».
Il numero è quello della Juve e il riferimento è ai precedenti che ha l'arbitro De Sabtis con i bianconeri. «Penso che nessun arbitro abbia una statistica così favorevole ad una squadra - spiega il boemo -, è solo un fatto statistico, poi è vero che ci sono precedenti particolari come, per esempio, il gol annullato anni fa al Parma, al Delle Alpi, per un inesistente fallo di Cannavaro. Allora se ne parlò molto, oggi nessuno discuterà perché noi siamo il Lecce e perché siamo alla 12^ giornata. Oggi non ci sono tanti episodi da discutere, anche se alla fine del primo tempo non ci hanno fatto battere una punizione pericolosa e anche se c'è stato fischiato qualche fuorigioco che non c'era, magari non dipenderà dall'arbitro, ma certo è che De Santis porta una grandissima fortuna alla Juve».
E' dispiaciuto Zeman e irritato dalla sconfitta. «Voi parlate di una partita che per me non è stata una partita, ma ripeto una lotteria. Le regole dicono che si deve giocare anche su questi campi perché il campionato deve andare avanti, mi dispiace perché se non pioveva la gente si divertiva di più, forse la Juve vinceva lo stesso ma...». Un Lecce un po' diverso del solito con Cassetti schierato in avanti. «Lui è uno dei più potenti e in un campo così ho pensato di metterlo più avanti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione