Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 16:14

Serie B - Il Bari coglie un punto a Trieste

I biancorossi, arrembanti nel primo tempo, allungano la striscia positiva riuscendo ancora a non subire gol. Ma la situazione è sempre critica: terz'ultimo posto insieme con altre tre squadre • I risultati della tredicesima giornata • Classifica • Cannonieri • Prossimo turno • Serie C1, C2 e D
TRIESTINA-BARI 0-0

TRIESTINA (4-3-1-2): Campagnolo, Pianu, Tarantino, Pecorari, Bianchi, Munari (1' st Nardi), Soligo, Lai (17' st Galloppa), Rigoni, Moscardelli, Godeas (26' st Tulli). (12 Pinzan, 3 Piva, 26 Gimmelli, 18 Parola). All. Tesser.
BARI (4-5-1): Gillet, Brioschi, Sibilano, Doudou, Bellavista, La Vista (33' st M. Anaclerio), Goretti, Gazzi, Carrus, Scaglia (19' st Santoruvo), L. Anaclerio (39' st Motta). (22 Di Bitonto, 5 Bianconi, 10 Pagana, 19 Lipatin). All. Carboni.
Arbitro: Romeo di Verona.
Angoli: 11 a 6 per il Bari.
Ammoniti: Sibilano, Lai, Pianu, Bianchi e Gazzi per gioco falloso, Carrus per proteste.
Recupero: 0' e 3'.
Spettatori: 6.500 circa.

TRIESTE - Reti inviolate a Trieste tra Triestina e Bari, sull'erba di uno stadio «Rocco» sferzato da una bora fastidiosa in una gelida giornata invernale. Un punto per parte tra le due squadre (entrambe in serie positiva e caratterizzate da un ottimo stato di forma), nonostante un considerevole numero di occasioni da rete. Sei, addirittura, create dalla formazione pugliese nel corso di una prima frazione arrembante, ma almeno tre opportunità anche per gli alabardati di casa, usciti in maniera perentoria nel corso della ripresa. Una frazione per squadra, dunque, che soddisfa entrambi i tecnici, nonostante un prevedibile rammarico per la scarsa concretezza in zona gol, affiancata dalle ottime prestazioni dei due estremi difensori.
Scelte obbligate per Tesser, che recuperava Pianu e Pecorari in un pacchetto arretrato già privo degli squalificati Bruni e Minieri. Assenti per infortunio, invece, Parola, Baù e Princivalli. Con un centinaio di tifosi al seguito, morale alle stelle per la squadra di un Carboni privo del solo Micolucci.
Confronto vivace e ricco di emozioni, con il Bari subito in luce. La prima emozione arriva già al 3' con un colpo di testa di Sibilano, neutralizzata da Campagnolo, che si ripete anche al 9' su Anaclerio. La Triestina si vede solo al 22', quando Godeas lancia Rigoni per una conclusione da dimenticare. Immediata la reazione ospite, con doppia azione personale di Anaclerio, fermato prima da una risposta in angolo di Campagnolo e poi protagonista di un errore di mira.
Giuliani in balia dell'avversario e Bari ancora vicino al vantaggio dopo la mezz' ora, con un traversone da sinistra di Scaglia, deviato sulla traversa da Pecorari con il portiere fuori causa. Sugli sviluppi del calcio d' angolo, un colpo di testa di Gazzi trova il salvataggio di Rigoni sulla linea. Prima del riposo, al 35', il solito Campagnolo sventerà ancora un' opportunità ospite, deviando sul fondo una conclusione di La Vista.
Nella ripresa, tuttavia, la Triestina si risveglia e non concede più nulla ai pugliesi, stanchi e forse appagati. All' 11', Rigoni costringe Gillet in angolo con un calcio piazzato a rientrare mentre, al 26', Godeas calcia alle stelle dal vertice dell' area piccola. Al 32' è ancora Gillet ad opporsi in maniera decisiva al neoentrato Nardi mentre, due minuti più tardi, è Rigoni a mancare la deviazione vincente in spaccata. Ultimo brivido al 47', con Carrus a fallire malamente l'occasione per regalare al Bari l'impresa corsara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione