Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 04:08

Allegri studia Cassano «Sensazioni positive»

Antonio Cassano si è allenato sulla spiaggia assieme a parte della squadra, dimostrando anche ieri tanta voglia di lavorare: «Ha già una buona intensità negli allenamenti, sono due mesi che non si allena, deve trovare la condizione giusta. Fino a questo momento - ha aggiunto - mi ha dato la sensazione di essersi messo a disposizione nel modo corretto. La partita del 2 gennaio con l’Al Ahli sarà un buon test di allenamento prima di tornare in Italia»
• Presidente della Samp: «Cassano ci mancherà»
Allegri studia Cassano «Sensazioni positive»
MILANO - Prima un problema intestinale, ieri un affaticamento muscolare. Ronaldinho dovrà pure «dare il meglio di sè per riconquistare il posto in squadra» come ha spiegato Massimiliano Allegri, ma per il momento non sembra proprio nella condizione fisica per farlo. Sembra invece sempre più un giocatore lontano dal Milan, anche se dal Brasile non arrivano segnali che possano far pensare a una soluzione rapida della sua vicenda. «Per il momento ci sono solo ipotesi su di lui», spiega Allegri e, in effetti, le richieste del Milan potrebbero aver raffreddato i potenziali acquirenti, il Gremio in testa. Secondo quanto riportato dai media brasiliani, Adriano Galliani vorrebbe che il prossimo club di Ronaldinho si accolli le pendenze tra la società rossonera e il giocatore, pari a 8 milioni di euro, e questo «rende più difficile» la trattativa, come hanno ammesso i dirigenti del Gremio che puntavano ad averlo a costo zero. Roberto de Assis, fratello e procuratore di Ronaldinho, avrebbe richieste anche da Spagna, Inghilterra e Stati Uniti ma il Brasile resta la prima opzione. 

Nel frattempo, il Gaucho guarda i compagni allenarsi e aspetta che qualcosa succeda. «Lo vedo bene Ronaldinho, sono sempre seduto al suo fianco in pullman e mi sembra quello di sempre», spiega Clarence Seedorf, uno che ha sempre le idee chiare e non ha problemi a dire come la pensa. Su Balotelli, per esempio: «E' un giocatore di grande talento, di qualità, anche se a volte si lascia andare ad atteggiamenti discutibili». 

Massimiliano Allegri, invece, Balotelli lo allenerebbe volentieri «ma sarà difficile perchè abbiamo già tanti campioni». Fra questi, c'è anche Antonio Cassano che si è allenato sulla spiaggia assieme a parte della squadra, dimostrando anche ieri tanta voglia di lavorare: «Ha già una buona intensità negli allenamenti, sono due mesi che non si allena, deve trovare la condizione giusta. Fino a questo momento - ha aggiunto - mi ha dato la sensazione di essersi messo a disposizione nel modo corretto. La partita del 2 gennaio con l’Al Ahli sarà un buon test di allenamento prima di tornare in Italia». E sulle possibili Cassanate, la parola va ancora a Clarence Seedorf: «Questo spogliatoio non permetterà mai a nessuno di rovinare qualcosa di molto bello costruito nel tempo. Ci sono giocatori che vanno d’accordo da quasi dieci anni e non è così scontato, non è normale, ma andiamo d’accordo perchè si è creato un rapporto molto speciale negli anni e si è visto nei risultati. Vogliamo tornare a vincere qualcosa e per vincere ci vuole la disponibilità di tutti e i casini più lontani sono dallo spogliatoio e meglio è». 

Chiude Luca Antonini. «Ronaldinho lo vedo tranquillo, del suo futuro non ho mai parlato con lui - dice l’esterno -. Adesso dobbiamo pensare al Cagliari, anche se non ci sarà Ibra che per noi fino ad oggi è stato decisivo potremo contare su Pato che è sempre in grado di fare la differenza ».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione