Martedì 14 Agosto 2018 | 16:15

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Fallimento Taranto - Corvino consulente del giudice

Il direttore sportivo del Lecce avrà il compito di valutare il patrimonio calcistico della società jonica, dichiarata fallita il 26 ottobre scorso. Non è stata ancora fissata la data per l'asta fallimentare, nel corso della quale si procederà alla vendita del patrimonio della società
TARANTO - Il direttore sportivo del Lecce, Pantaleo Corvino, è stato nominato consulente tecnico dal giudice delegato al fallimento del Taranto Calcio srl, Pietro Genoviva. Corvino avrà il compito di valutare il patrimonio calcistico della società jonica, dichiarata fallita il 26 ottobre scorso. Non è stata ancora fissata la data per l'asta fallimentare, nel corso della quale si procederà alla vendita del patrimonio della società; non si esclude che si terrà nella metà del prossimo dicembre.
La prossima settimana i giocatori dovrebbero percepire dal curatore fallimentare della società, l'avvocato Pietro Monopoli, un acconto sugli stipendi arretrati, utilizzando una parte del contributo di 100 mila euro erogato dal Comune di Taranto per l'esercizio provvisorio. E' stato fissato per il 19 novembre ad Ancona un incontro fra i sostituti procuratori della Repubblica Irene Bilotta e Matteo Di Giorgio, rispettivamente dei Tribunali di Ancona e Taranto, i quali indagano sui fallimenti delle società di calcio delle due città, che erano entrambe gestite da Ermanno Pieroni.
La squadra, allenata da Giuseppe Sabadini, si prepara alla gara interna di domenica prossima contro il Giugliano. Sarà la seconda delle quattro partite interne da disputare a porte chiuse dopo gli incidenti fra opposte tifoserie del 17 ottobre scorso durante Taranto-Cavese. Per Sabadini non ci dovrebbero essere problemi di formazione. In campo dovrebbe scendere lo stesso undici che domenica scorsa a Melfi è stato beffato nei minuti di recupero dopo una prestazione senz'altro dignitosa. Per i rinforzi che l'allenatore attende il prossimo mese di gennaio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS