Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 00:51

Bari a «caccia» almeno di 3 rinforzi

Per il Bari fanalino di coda della serie A il mercato rappresenta una tappa essenziale al fine di elevare il proprio tasso tecnico in vista dello sprint-salvezza di primavera: in cantiere ci sono almeno tre o quattro nuovi innesti. “Interverremo per rinforzare l’organico”, è stato il rassicurante proclama del presidente Vincenzo Matarrese alla piazza inquieta per i cattivi risultati sportivi. In realtà il direttore sportivo Guido Angelozzi nei giorni scorsi ha concluso virtualmente l’ingaggio del giovane difensore Glik
• A Lecce servono difensori, in pole Santacroce-Terlizzi
Bari a «caccia» almeno di 3 rinforzi
BARI – Per il Bari fanalino di coda della serie A il mercato rappresenta una tappa essenziale al fine di elevare il proprio tasso tecnico in vista dello sprint-salvezza di primavera: in cantiere ci sono almeno tre o quattro nuovi innesti. “Interverremo per rinforzare l’organico”, è stato il rassicurante proclama del presidente Vincenzo Matarrese alla piazza inquieta per i cattivi risultati sportivi ed allo stesso tempo responsabilmente vicina a squadra e tecnico. In realtà il direttore sportivo Guido Angelozzi nei giorni scorsi ha concluso virtualmente l’ingaggio del giovane difensore Glik, in arrivo con la formula del prestito dal Palermo (si aggregherà dal 28 a Roma ai nuovi compagni, per la ripresa della preparazione). 

L’esiguità della composizione del reparto difensivo obbliga i pugliesi ad inseguire un altro marcatore: nel mirino c'è il centrale Rhodolfo dell’Atletico Paranaense oltre a Terlizzi del Catania, ed all’altro brasiliano Danilo del Palmeiras. Il club ha smentito ogni possibile voce di cessione del regista Almiron mentre non è escluso che possa arrivare un puntello sugli esterni. 
In attacco Angelozzi ha una trattativa ben avviata per Okaka, azzurro dell’under 21 in forza alla Roma, mentre non è completamente tramontata la pista Maccarone: se il Palermo dovesse abbassare le pretese e cedere “Big Mac” in prestito, Ventura sarebbe lieto di consegnargli una maglia da titolare. 

In seconda battuta ci sono le opzioni che riguardano Paolucci del Siena e Moura del Goias. Sul fronte cessioni, invece, saranno piazzati nelle serie minori il centrocampista Strambelli e gli attaccanti Caputo e Rana. Poi c'è la grana Langella che pesa pesantemente sulle casse sociali: l’esterno ex Udinese è fuori rosa ma trova difficoltà nel essere ceduto a causa di un ingaggio molto impegnativo (750mila euro all’anno).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione