Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 07:53

Passione kickboxing per il Kenshiro della Murgia pugliese

È cassanese il vicecampione nazionale di kickboxing. L'incontro è stato disputato domenica sera nella palestra «Portoghese» a Bari. Si chiama Vito Simone, ha 39 anni e quando non combatte fa il falegname. È sposato e ha due figli, uno di 7 anni già sulle orme del papà con vari trofei all'attivo, l'altra di 10 anni, anche lei avviata alla disciplina marziale. Quando combatte, Simone si ispira al suo mito di quand'era bambino: il guerriero giapponese Kenshiro
Passione kickboxing per il Kenshiro della Murgia pugliese
CASSANO - È cassanese il vicecampione nazionale di kickboxing. L'incontro è stato disputato domenica sera nella palestra «Portoghese» a Bari. Si chiama Vito Simone, ha 39 anni e quando non combatte fa il falegname. È sposato e ha due figli, uno di 7 anni già sulle orme del papà con vari trofei all'attivo, l'altra di 10 anni, anche lei avviata alla disciplina marziale con molti risultati positivi. Quando combatte, Simone si ispira al suo mito di quand'era bambino: il guerriero giapponese Kenshiro. Anche lui, come il personaggio manga, ha lo sguardo di sfida e 85 chili di fisico possente. Da quando aveva 17 anni si è affezionato alla disciplina, un po' per passione, un po' per dare libero sfogo a quelli che lui definisce i suoi «impulsi violenti». Si fa per dire, naturalmente. [fra.mars.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione