Cerca

Diamoutene: dispiace l'esclusione, ma Lecce mi sta tutelando

ROMA – L'esclusione di domenica per scelta tecnica, dopo due giorni dal brutto episodio che lo ha visto protagonista per essere stato affrontato a muso duro dai propri tifosi, non è andata del tutto giù a Souleymane Diamoutene. Anche se il difensore maliano precisa che la società leccese fa di tutto per tutelarlo
Diamoutene: dispiace l'esclusione, ma Lecce mi sta tutelando
ROMA – L'esclusione di domenica per scelta tecnica, dopo due giorni dal brutto episodio che lo ha visto protagonista per essere stato affrontato a muso duro dai propri tifosi, non è andata del tutto giù a Souleymane Diamoutene. Anche se il difensore maliano precisa che la società leccese fa di tutto per tutelarlo. 
«Il mister venerdì mi ha comunicato che era una scelta tecnica, però io non lo so, è la società che decide, e io sono qui per la società del Lecce - ha detto ai microfoni di radio Centro suono sport -. Loro vogliono tutelarmi, ma io sono molto dispiaciuto per non essere stato convocato, anche perchè così si dà ragione alle persone stupide che compiono atti di razzismo. Comunque lo sa il mister cosa va fatto, ma io sto benissimo, sono sempre pronto la domenica». 

Diamoutene ha anche confidato di aver sentito al suo fianco gli altri calciatori in occasione di questa trieste situazione. 
«Dall’Aic mi hanno chiamato per darmi la loro solidarietà, mi hanno fatto sapere che posso contare su di loro. Ma tanti amici mi hanno chiamato per sapere come stavo. È un episodio sgradevole, io do sempre il massimo in campo, ho cercato di spiegare che sono un professionista. Un ricordo di Zeman? Un grande allenatore, sono stati momenti bellissimi con lui, è il creatore di un calcio esaltante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400