Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 07:00

Bari-Cesena 1-1 pari per sperare

Un pareggio in attesa di tempi migliori al «San Nicola» tra Bari e Cesena. Un risultato complessivamente giusto: Alvarez e compagni si svegliano dopo aver toccato il baratro in occasione del vantaggio del Cesena e giocano una discreta ripresa. Una bella soddisfazione per il barese Caputo il gol dell’1-1 contro il Desena, anche se non vale per i tre punti. «Peccato perchè si poteva vincere. Ventura: dobbiamostringere i denti
Bari-Cesena 1-1 pari per sperare
BARI - CESENA 1-1 

BARI (4-4-2): Gillet 6; Raggi 6, Belmonte 6, Rossi 6, Parisi 5.5 (37' pt Alvarez 6.5); A. Masiello 6, Almiron 6, Donati 6 (38' st D’Alessandro sv), Pulzetti 6; Caputo 6, Rana 5.5 (18' st Rivas 6.5). In panchina: Padelli, Galasso, Gazzi, Crimi. Allenatore: Ventura 6. 

CESENA (4-3-3): Antonioli 6; Ceccarelli 5, Von Bergen 6, Benalouane 4.5, Nagatomo 5.5; Schelotto 5.5 (25' st Fatic 6), Colucci 6, Parolo 6; Jimenez 6, Bogdani 5.5 (12' st Budan 6), Giaccherini 6 (46' st Lauro sv). In panchina: Cavalieri, Pellegrino, Gorobsov, Malonga. Allenatore: Ficcadenti 6. 

ARBITRO: Tagliavento di Terni 6. 
RETI: 17' st Colucci (rigore), 19' st Caputo. NOTE: Giornata serena, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 10 mila circa. Ammoniti: Caputo, Benalouane, Parisi, Colucci, Donati. Angoli: 5-4 per il CEsena. Recupero: 2'; 3'+1'. 


COMMENTO
Un pareggio in attesa di tempi migliori al «San Nicola» tra Bari e Cesena. Un risultato complessivamente giusto: Alvarez e compagni si svegliano dopo aver toccato il baratro in occasione del vantaggio del Cesena e giocano una discreta ripresa. Il primo tempo è inguardabile, ma l’undici di Ficcadenti è un po' troppo timido pur avendo in mano la situazione. Paradossalmente il rigore di Colucci spegne la luce ai bianconeri che da quel momento spariscono, fatta eccezione per due occasioni capitate al rientrante Budan nel finale. Nel bari fa centro Caputo, ma serve solo a ristabilire la parità. 

Ventura, sempre alle prese con tantissime assenze, schiera in avanti Caputo e Rana; il recuperato Alvarez va in panchina, mentre come esterno di centrocampo agisce Andrea Masiello. Ficcadenti preferisce Ceccarelli a Lauro in difesa; a centrocampo Schelotto al posto dello squalificato Appiah. Partita che non decolla tra due squadre che giocano con il freno a mano tirato. Gioco parecchio spezzetato con tantissimi falli, spesso anche inutili a centrocampo. 

Il Bari comunque ha serie difficoltà a impostare la manovra e commette parecchi errori in fase di imnpostazione; gioca meglio il Cesena che prende possesso della parte centrale del campo. Di conclusioni a rete neanche a parlarne: al 19' conclusione altissima di Pulzetti da fuori; da premiera soltanto l’idea. 

Al 35' dopo un’azione prolungata del Cesena tra tanti batti e ribatti ci prova Colucci, palla abbondantemente a lato. Al 37' si fa male Parisi dopo un intervento da lui stesso commesso su Schelotto; il difensore è costretto a lasciare il campo ad Alvarez. Al 44' Cross di Cerratelli con Belmonte che anticipa Schelotto in maniera provvidenziale. 
Il primo tempo non poteva finire con un risultato diverso dallo 0-0. Non ci sono novità al rientro delle due squadre in campo.
 
Al 3' punizione di Parolo, conclusione forte con palla alta di poco sopra la traversa con il portiere ben piazzato. Al 5' cavalcata di Schelotto da destra, l’esterno raggiunge un difficile pallone e mette in mezzo dove Giaccherini sbaglia tutto con una debole girata. La risposta del Bari al 7' con una bella giocata di Alvarez con conclusione a lato. Si gioca comunque un pò meglio rispetto alla prima frazione. All’8' Benalouane si fa soffiare il pallone da Rana, che entra in area prova alcune finte ma lo stesso Benalouane mette in angolo. Al 12' esordio stagionale per Igor Budan, dopo l’ennesimo infortunio in carriera; l’ex attaccante del Palermo rileva Bogdani. Al 17' rigore per il Cesena per un fallo di Donati su Jimenez; dal dischetto è Colucci a trasformare con un rasoterra angolato. Al 18' Rana lascia il posto a Rivas. Immediata la risposta del Bari allo svantaggio e il pareggio arriva al 19': Rivas da destra mette il pallone in mezzo all’area piccola dove si avventa Caputo che insacca per il primo gol in serie A. 

Il Bari prende coraggio, ma la partita è ora bella e le occasioni fioccano da entrambe le parti. Al 25' gran tiro dalla distanza di Giaccherini che fa la barba al palo. Poco dopo nel Cesena dentro Fatic per Schelotto. Al 28' altro errore di Benalouane che consegna il pallone a Caputo, l’attaccante in area non trova però la porta. Con l’ingresso di Rivas il Bari è molto più incisivo. Al 33' cross di Alvarez dalla sinistra e colpo di testa di Rivas, altra occasione importante per l’argentino. Al 38' il terzo cambio del Bari con D’Alessandro per Donati. Le uniche occasione del Cesena sono per Budan: l’attaccante al 45' si fa respingere il destro da Gillet e al 48' di testa su calcio d’angolo manda alto per un soffio. Nel recupero l’ultimo cambio del match con Lauro per Giaccherini nel Cesena. 

CAPUTO: PECCATO SI POTEVA VINCERE 
Una bella soddisfazione per il barese Caputo il gol dell’1-1 contro il Desena, anche se non vale per i tre punti. «Peccato perchè si poteva vincere – spiega a Sky l’attaccante – vista la reazione che abbiamo avuto. Anche il punto fa bene per il morale, speriamo di continuare così e recuperare gli infoprtunati. Coppia Caputo-Rana? Ha funzionato bene. Il gol? Dedicato a mia figlia che ha un anno». 

VENTURA: STRINGIAMO I DENTI
Arriva un punto per il Bari in emergenza. Giampiero Ventura aspetta sempre tempi migliori: «Dire che siamo in emergenza è un eufemismo – spiega il tecnico dei galletti a Stadio Sprint su Raidue – Siamo andati sotto di un gol che avrebbe ucciso un toro, abbiamo pareggiato e sfiorato altri gol. Dobbiamo stringere i denti e sperare che su 4-5 palle gol una entri. Bisogna ricordare che avevamo in campo Caputo e Rana, uno che giocava poco in B e uno che non giocava in C». 
Gli ingressi di Alvarez e Rivas hanno contribuito ad alzare il livello del Bari: «Rivas veniva da un mese e mezzo di sosta e Alvarez non aveva i 90' sulle gambe. Bisogna solo recuperare la lista interminabile e in questo momento tutto ciò che raccogliamo va bene».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione