Martedì 14 Agosto 2018 | 21:11

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Gp Valencia - Il trionfo della leggenda Rossi nel 250

Non pago di aver già vinto il suo terzo titolo nella MotoGP su tre anni che si corre con le quattro tempi, il campione pesarese raccoglie la vittoria anche all'ultimo Grand Prix del 2004, quello della Comunitat Valenciana sulla pista del «Ricardo Tormo»
Nove vittorie alla sua prima stagione in sella alla Yamaha, così come nella precedente stagione con la Honda. Valentino Rossi sempre più nella leggenda. Il campione pesarese, non pago di aver già vinto il suo terzo titolo nella MotoGP su tre anni che si corre con le quattro tempi, ha voluto dimostrare di essere lui il numero uno in assoluto, andando a vincere anche l'ultimo Grand Prix del 2004, quello della Comunitat Valenciana sulla pista del «Ricardo Tormo». Una gara non facile, quella di Valentino, partito male ma via via sempre più veloce e capace di passare tutti gli altri fino a giungere per primo sotto la bandiera a scacchi. Alle sue spalle Max Biaggi, secondo in prova ed oggi secondo in gara. Anche per il romano non è stata una giornata facile, ma SuperMaX è riuscito a risalire chiudendo in scia del suo rivale-nemico di sempre. Alm terzo posto staccato di quasi quattro secondi Troy Bayliss che, così, lascia la Ducati con un podio. Solo quarto Sete Gibernau che, quindi, non è riuscito a garantire al proprio team la Movistar Telefonica Honda il titolo di migliore squadra, andato anche questo al team di Rossi la Galouises Fortuna Yamaha. Gara in sordina per Loris Capirossi che ha chiuso al nono posto.
Anche nella classe 250 cc., successo del neo iridato Dani Pedrosa che ha dominato la gara così come ha fatto per tutta la stagione, vincendo in solitario. A completare la giornata positiva della Honda il secondo e terzo posto del connazionale Toni Elias e del giapponese Hiroshi Aoyama. Un risultato che consente al marchio dell'ala di conquistare anche il titolo costruttori. La prima delle Aprilia è stata quella del francese Randy De Puniet davanti alla moto gemella del privatissimo Franco Battaini. Da segnalare che l'argentino Sebastian Porto, secondo nella graduatoria iridata, è rimasto in lotta con Pedrosa fino ad otto giri dal termine, poi, una caduta a causa di un problema al cambio, lo ha messo definitivamente fuori corsa. Nella piccola 125 cc., invece, Andrea Dovizioso, non è riuscito a «bagnare» il suo titolo iridato con un ultimo successo. Il pilota della Honda, infatti, è finito secondo alle spalle della Aprilia dello spagnolo Hector Barbera che con questo risultato chiude la stagione al secondo posto visto che Roberto Locatelli non è andato oltre il sesto posto. L'altro spagnolo Alvaro Bautista, sempre su una moto di Noale ha conquistato il gradino più basso del podio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS