Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 13:05

Calcio - La Juve mantiene le distanze

Nel posticipo dell'ottava giornata della serie A, i bianconeri battono la Roma per 2-0. In gol Del Piero al 30' e Zalayeta al 73'. Il successo permette alla squadra di Capello di essere in testa alla classifica sempre con 5 punti di vantaggio sul Milan
JUVENTUS-ROMA 2-0 (1-0)

JUVENTUS (4-4-2): Buffon 7, Zebina 6,5 (20' st Pessotto 6), Thuram 7,5, Cannavaro 7, Zambrotta 6, Camoranesi 6, Emerson 7, Appiah 6, Nedved 5,5, Ibrahimovic 5 (40' st Kapo sv), Del Piero 6,5 (25' st Zalayeta 7). (22 Bonnefoi, 2 Ferrara, 3 Tacchinardi, 24 Olivera). All. Capello 7.
ROMA (3-4-3): Zotti 6,5, Sartor 6 (1' st Mancini 5,5), Mexes 5,5, Dellas 5, Ferrari 5, Cufrè 5,5, Aquilani 5,5, Perrotta 6, Cassano 5, Totti 6, Montella 6,5. (1 Curci, 19 Scurto, 21 D'Agostino, 29 De Martino, 24 Delvecchio, 99 Mido). All. Del Neri 6.
Arbitro: Collina 6,5.
Reti: 30' pt Del Piero, 28' st Zalayeta.
Angoli: 8-3 per la Juventus.
Recupero: 2' e 3'.
Espulso Emerson per doppia ammonizione.
Ammoniti: Cufrè, Perrotta, Nedved, Camoranesi, Appiah, Aquilani e Dellas per gioco scorretto.
Spettatori 25 mila.
** I GOL **

30' pt: Zambrotta centra basso, raccoglie la respinta dei difensori romanisti Camoranesi che appoggia a Del Piero, tiro immediato dal limite e palla alla destra di Zotti.
28' st: palla a Zalayeta servito da Ibrahimovic, l'uruguagio se la porta avanti e poi approfitta di un malinteso tra Dellas e Ferrari e mette dentro da pochi passi.

TORINO - Missione compiuta. La Juve supera 2-0 la Roma, vola in testa alla classifica portando il suo vantaggio a +5 dal Milan e incrementa notevolmente il distacco dagli stessi giallorossi che adesso sono lontani ben 13 lunghezze. La Juve ora ha anche una certezza in più che si chiama Alex Del Piero. Se la doppietta contro il Siena aveva lasciato qualche dubbio, il gol pesante in un match importante come questo ha un sapore del tutto diverso.
La Roma aveva cominciato bene e subito il gol avrebbe potuto anche pareggiare. Piuttosto i giallorossi sono da bocciare per il brutto secondo tempo nel quale non sono mai riusciti ad alzare il ritmo per poi commettere un gravissimo errore difensivo sul secondo gol di Zalayeta che ha spalancato ai bianconeri la strada verso la vittoria. Capello va sul sicuro e conferma l'undici che ha battuto il Siena. Non recupera la migliore condizione Blasi e il tecnico gli preferisce in extremis Appiah. In avanti fiducia al duo Ibrahimovic-Del Piero. Nella Roma De Rossi non è neppure partito per Torino, fuori anche Dacourt, alle prese con problemi ai flessori della coscia. Si ricompone in avanti il trio delle meraviglie Totti-Montella-Cassano, dopo il reintegro di quest'ultimo nel gruppo. Inizio partita gradevole con le due squadre che manovrano a ritmo elevato e palla a terra, nonostante la pioggia incessante che rende tutto più difficile.
La Roma comincia bene, cerca di sorprendere la retroguardia bianconera, ma Buffon e compagni non si lasciano sorprendere. La Juve si fa vedere di più dalle parti di Zotti, la pressione produce alcuni calci d'angolo e una conclusione completamente sballata di Ibrahimovic. I bianconeri fanno girare molto la palla ma non riescono ad alzare il ritmo. La prima vera occasione dell'incontro arriva dopo 23' ma Camoranesi non sfrutta un ottimo pallone crossato dalla sinistra da Zambrotta.
Con il passare dei minuti la retroguardia giallorossa comincia a concedersi qualche licenza di troppo e al 31' la Juve colpisce con un destro di Del Piero imparabile per Totti, dopo una girata di Ibrahimovic e l'appoggio di Camoranesi. La Roma reagisce, il gol non spezza l'equilibrio: i bianconeri collezionano qualche altra buona occasione ma la squadra di Del Neri ha la grande occasione per pareggiare allo scadere, quando, su un destro ravvicinato di Montella, Buffon compie un autentico miracolo riuscendo a deviare in angolo.
Ad inizio ripresa Del Neri inserisce Mancini per Sartor e opta per una difesa a quattro. C'è subito spazio per un retropassaggio da brividi di Thuram che costringe Buffon agli straordinari, ma il ritmo si mantiene basso anche se la Roma spinge un po' di più. La difesa bianconera fa tutto bene e Thuram è da applausi quando in scivolata riesce a salvare su Mancini. Da elogiare la correttezza dei giocatori in campo, nessuno screzio tra gli ex in campo e tanto fair-play come quando qualcuno dalla panchina della Roma offre l'acqua a Emerson.
Del Piero al 27' lascia il posto a Zalayeta che al 29' firma il raddoppio: Cufrè contrasta Zalayeta, palla per Ferrari che liscia clamorosamente consentendo a Zalayeta di infilare Zotti da pochi passi. La partita finisce qui, anche se nel finale la Roma manca due buone occasioni per accorciare le distanze con Dellas e Cassano. C'è tempo anche per l'espulsione di Emerson, per doppia ammonizione. Contro il Chievo non ci sarà.

Classifica del campionato di calcio di serie A dopo Juventus-Roma, posticipo dell'ottava giornata.

Juventus 22 8 7 1 0 17 2
Milan 17 8 5 2 1 14 6
Lecce 15 8 4 3 1 20 11
Chievo 13 8 3 4 1 7 6
Cagliari 13 8 4 1 3 11 10
Inter 12 8 2 6 0 16 13
Sampdoria 12 8 4 0 4 8 7
Messina 11 8 3 2 3 12 13
Lazio 11 8 3 2 3 9 8
Palermo 10 8 2 4 2 6 7
Fiorentina 10 8 2 4 2 6 7
Udinese 9 8 2 3 3 9 8
Roma 9 8 2 3 3 13 15
Bologna 9 8 3 0 5 7 9
Brescia 9 8 3 0 5 8 14
Livorno 8 8 2 2 4 8 12
Siena 8 8 2 2 4 4 11
Reggina 7 8 1 4 3 5 8
Parma 6 8 1 3 4 8 13
Atalanta 4 8 0 4 4 9 16

CLASSIFICA CANNONIERI

6 RETI: Adriano (Inter); Bojinov (Lecce); Montella (Roma).
5 RETI: Esposito (Cagliari); Shevchenko (1 rig.)(Milan).
4 RETI: Caracciolo (1 rig.)(Brescia); Miccoli (Fiorentina); Trezeguet (Juventus); Vucinic (Lecce); C.Lucarelli (1 rig.) (Livorno); Totti (1 rig.)(Roma).
3 RETI: Pazzini (Atalanta); Martins (Inter); Del Piero (1 rig), Ibrahimovic, Zalayeta (Juventus); Bjelanovic, Giacomazzi (Lecce); Di Napoli, Zampagna (Messina); Gilardino, Marchionni (Parma).
2 RETI: Budan, Gautieri (Atalanta); Meghni (Bologna); Di Biagio (1 rig.); Mannini (Brescia); Suazo (Cagliari); Semioli (Chievo); Recoba, Stankovic (Inter); Nedved (Juventus); Rocchi (Lazio); Cassetti (Lecce); Giampà, Parisi (1 rig.) (Messina); Kakà, Seedorf (Milan); Toni (Palermo); Bonazzoli (Reggina); Bazzani, Diana (Sampdoria); Di Michele, Fava, Mauri (Udinese).
1 RETE: Albertini, Montolivo (Atalanta); Amoroso, Bellucci (1 rig.), Cipriani, Locatelli, Petruzzi (Bologna); Abeijon, Langella, Loria, Zola (1 rig.)(Cagliari); Baronio, Brighi, Cossato, Pellissier, Tiribocchi (Chievo); Dainelli, Maresca, (Fiorentina); Cambiasso, Veron, Vieri (Inter); Camoranesi (Juventus); De Sousa, Couto, Di Canio (1 rig.), Manfredini, Muzzi (Lazio); Dalla Bona (Lecce); A.Lucarelli, Protti, Vidigal, Vigiani (Livorno); N.Amoruso (1 rig.), Sullo (Messina); Kaladze, Pancaro, Pirlo, Serginho, Tomasson (Milan); Brienza, Grosso, Mutarelli, Zaccardo (Palermo); Bresciano, P.Cannavaro, (Parma); G.Colucci, Franceschini, Paredes (Reggina); Cassano, De Rossi, Mancini (Roma); Flachi, Rossini, Sacchetti, Volpi (Sampdoria); Pecchia, Portanova, Vergassola (Siena); Di Natale, Jankulovski, Sensini (Udinese).

Queste le partite del prossimo turno del campionato di calcio d serie A con le gare della 9ª giornata del girone di andata, in programma domenica con inizio alle ore 15.

Fiorentina - Lecce
Inter - Lazio (sabato, ore 20.30)
Juventus - Chievo
Livorno - Brescia
Messina - Reggina
Parma - Atalanta
Roma - Cagliari
Sampdoria - Milan (sabato, ore 18)
Siena - Bologna
Udinese - Palermo (domenica, ore 20.30).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione