Venerdì 17 Agosto 2018 | 22:37

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Bari Calcio - Carboni: «Pronto ad andarmene»

Dopo la terza sconfitta in cinque partite giocate al San Nicola, l'allenatore del Bari, con molta serenità, offre la sua disponibilità ad andar via al presidente Matarrese
BARI - «Ho parlato a lungo con il presidente Vincenzo Matarrese e mi sono messo a sua disposizione. Se il problema è l'allenatore, posso fare da capro espiatorio». Dopo la terza sconfitta in cinque partite giocate al San Nicola, l'allenatore del Bari, Guido Carboni, con molta serenità, offre la sua disponibilità ad andar via ad un Matarrese molto dispiaciuto per lo stentato avvio della sua squadra.
La sconfitta con la Ternana è stata inaspettata ma ha riproposto lo stesso copione dello scorso anno: pubblico disaffezionato che ha fischiato i giocatori, squadra per larghi tratti dell'incontro senza mordente e l'allenatore che non riesce a spiegare l'involuzione di un complesso che era partito con la rinnovata fiducia di tutto l'ambiente. «Abbiamo sbagliato alcune valutazioni tecniche su alcuni giocatori - si è lasciato sfuggire al termine della conferenza stampa dopopartita Carboni - ma a gennaio si potrà rimediare. Ci sono di certo colpe mie ma sono certo di poter risollevare la situazione».
La riflessione del tecnico aretino si è soffermata anche sul modulo adottato, un 4-4-2 con alcuni giocatori ancora fuori forma o addirittura fuori ruolo: La Vista e Motta inconsistenti, Bellavista schierato nuovamente in difesa e come ad Ascoli, sovrastato dalla punta avversaria sull'azione del gol di Max Vieri.
«Non reggiamo la formula con due punte e due laterali così offensivi - ha ammesso Carboni - dobbiamo cambiare registro, perchè in questo momento non possiamo giocare con una propensione così offensiva». «Alla fine è meglio per noi giocare in trasferta - ha concluso - siamo nervosi e così le difficoltà si ingigantiscono. Contro la Ternana non abbiamo avuto la forza di chiudere l'incontro una volta in vantaggio. E' una sconfitta che brucia più di quelle contro il Torino ed il Genoa perché l'abbiamo rimediata contro una squadra alla nostra portata».
Oggi pomeriggio alle 15 il Bari riprenderà gli allenamenti, ma la panchina di Carboni potrebbe avere dalla società una fiducia a termine, molto ristretto: se dalla trasferta di Catania i pugliesi dovessero tornare senza muovere la classifica, si profilerebbe un cambio sulla panchina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Baricalcio, per il Tribunale: «Giancaspro può disperdere il patrimonio»

Baricalcio, per il Tribunale: «Giancaspro può disperdere il patrimonio»

 
Bari calcio, società di Giancaspro ammessa al concordato

Bari calcio, società di Giancaspro ammessa al concordato

 
Bisceglie-Matera, partita a rischioPrefetto: incontro a porte chiuse

Bisceglie-Matera, partita a rischio. Prefetto: incontro a porte chiuse

 
Calcio, Marchisio dopo 25 annidice addio alla Juventus

Calcio, Marchisio dopo 25 anni
dice addio alla Juventus

 
Lecce, rinforzo a centrocampo: arriva Scavone dal Parma

Lecce, a centrocampo c'è Scavone Attacco, ok per Lamantia

 
Fc Bari

Bari calcio, tribunale si riserva decisione sul sequestro e su ammissione al concordato

 
Foggia da lavori in corsoNeamber al rush finale

Foggia da lavori in corso
Neamber al rush finale

 
Lecce cerca i tasselli giustiBovo certezza per la difesa

Lecce cerca i tasselli giusti
Bovo certezza per la difesa

 

GDM.TV

Salento, 10 soccorsi per mare mossoUno motoscafo rischia di affondare

Salento, 10 soccorsi per mare mosso: un motoscafo rischia di affondare

 
Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 

PHOTONEWS