Cerca

Pallavolo - La telenovela Pascual sta per finire

Sabato a Gioia del Colle incontro che si preannuncia definitivo tra lo schiacciatore spagnolo e la società pugliese. Intanto, altri due club attendono l'esito (che per alcuni sarà di rottura): Taranto e Piacenza. Pascual potrebbe andare, se non in terra ionica, in Emilia, da dove arriverebbe Castellano
BARI - La telenovela Pascual forse si chiude domani. Forse. Perché sarebbe l'ultimo atto solo se tra lo schiacciatore iberico e la società pugliese si dovesse finalmente trovare un accordo. C'è, però, chi giura che l'intesa non ci sarà. In mattinata in sede si incontreranno le parti per cercare di ridurre una frattura che sembra insanabile.
Il giocatore (che ha un contratto in scadenza che si aggira sui 120.000 euro) vorrebbe andar via (come ha già dimostrato il viaggio, poi rivelatosi di andata e ritorno, in Russia). La società di Gallo non intende privarsi del giocatore (uno degli uomini di punta a disposizione del tecnico Torchia), figuriamoci senza una contropartita.
In questo gioco a scacchi rientrano anche la richiesta del club di decurtazione dell'ingaggio di Pascual, che invece non intende cedere, e le due squadre, stavolta italiane, che potrebbero rappresentare il futuro del martello trentaquattrenne: il Taranto, dove lo spagnolo ritroverebbe il «mago» Di Pinto, e il Piacenza, sebbene il direttore sportivo degli emiliani, Michele Carra, si guardi bene dal confermare: «Non c'è assolutamente nulla. Non ci sono stati mai contatti né sono previsti movimenti in arrivo e in partenza». In realtà, le voci si rincorrono. Se Pascual dovesse effettivamente prendere la via dell'Emilia, in terra jonica potrebbe arrivare il napoletano di Vico Equense, Maurizio Castellano. La sensazione è che sia solo una questione di cifre, sebbene nessuno voglia rimetterci.
Tra una vicenda di mercato e l'altra, si avvicina la quinta giornata di campionato della serie A1, che vede le due squadre pugliesi in coda alla classifica. Sia Taranto sia Gioia avranno l'opportunità domenica di sfruttare il turno casalingo, sebbene solo i tarantini (vittoria contro Treviso) siano riusciti finora a conquistare punti (due, gli unici finora). I gioiesi, invece, sono ancora al palo. Gli appuntamenti (al PalaMazzola si giocherà alle 18, mentre al Palasport di via Einaudi si scenderà in campo alle 18,15 con diretta su Sky Sport 2) sono di quelli da non fallire. Gli ionici hanno l'opportunità, vincendo, di effettuare il sorpasso su Vibo Valentia (avanti di due lunghezze), ma dovranno fare a meno ancora di Hernandez, quasi recuperato dall'infortunio al piede, ma non ancora al punto da essere rischiato. In compenso, stavolta ci sarà Cantagalli dall'inizio. Molto delicata anche la sfida tra gli uomini di Torchia e il Modena, inaspettatamente nelle parti basse della classifica. Contro la squadra di Velasco servirà una prestazione da incorniciare, sperando che stavolta l'apporto del pubblico sia decisivo.
G. Flavio Campanella

I Biglietti

Taranto: Tribuna inferiore 15 euro, Tribuna Superiore 10 euro (per i ragazzi sino ai 18 anni 5 euro).
Prevendita: PalaMazzola (dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 20, sabato compreso; domenica dalle 10 alle 13), agenzia di viaggi Tom & Jerry presso la Galleria Auchan, Bar Beethoven in via Lacaita 1 vicino Ascom, Bar La Veneziana in viale Virgilio 63/D, Box Office in via Anfiteatro 228.

Gioia del Colle: Tribuna Angelillo 12 euro, Tribuna numerata 17 euro. Ingresso per i bambini della scuola elementare 1 euro (c'è la possibilità per loro di un abbonamento stagionale a 5 euro). Prevendita: presso il Palazzotto dello Sport in via Einaudi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400