Cerca

Calcio, prima divisione ritarda la fidejussione Foggia perde 1 punto

di FILIPPO SANTIGLIANO
FOGGIA - Perdere quattro punti in tre giorni è davvero un'impresa. È purtroppo capitato al Foggia che, dopo aver fallito l'obiettivo vittoria contro il Siracusa, è stato penalizzo di un punto in classifica per la mancata presentazione nei tempi previsti dalla Lega Pro della «fidejussione» bancaria da 400 mila euro. Era una decisione per certi versi attesa, sin dal giorno dell'iscrizione al campionato si sapeva insomma di questo ritardo nel deposito della fidejussione bancaria. Ed il procuratore generale, come da carte federali, ha applicato la sanzione minima di un punto di penalizzazione. Deferito l'amministratore unico Giovanni Francavilla
Calcio, prima divisione ritarda la fidejussione Foggia perde 1 punto
di FILIPPO SANTIGLIANO
FOGGIA - Perdere quattro punti in tre giorni è davvero un’impresa. È purtroppo capitato al Foggia che, dopo aver fallito l’obiettivo vittoria contro il Siracusa, è stato penalizzo di un punto in classifica per la mancata presentazione nei tempi previsti dalla Lega Pro della «fidejussione» bancaria da 400 mila euro. Era una decisione per certi versi attesa, sin dal giorno dell’iscrizione al campionato si sapeva insomma di questo ritardo nel deposito della fidejussione bancaria. Ed il procuratore generale, come da carte federali, ha applicato la sanzione minima di un punto di penalizzazione. 

Così il Foggia passa da 15 a 14 punti e aumenta da tre a quattro lunghezze la distanza dalla zona playoff. Oltre al punto di penalizzazione, il procuratore generale ha deferito alla commissione disciplinare Giovanni Francavilla, come amministratore unico e legale rappresentante della società, e per responsabilità oggettiva la stessa Unione sportiva Foggia. La società ha comunque deciso di presentare ricorso. In una comunicazione ufficiale del club, infatti, si fa sapere che «i difensori dei deferiti Francavilla e US Foggia Spa hanno fatto pervenire memorie difensive con le quali hanno chiesto il proscioglimento dei propri assistiti o, in subordine, l´irrogazione della sanzione minima con esclusione della penalizzazione ». 

La presentazione del ricorso, che nella scorsa stagione non ha dato i frutti sperati (ed infatti il Foggia ha concluso il campionato con un punto di penalizzazione), più che un atto dovuto è una strategia che si basa su due filoni di impostazione: la prima, è che gira nell’aria un’idea, da attuare in sede di appello, di riduzione delle penalizzazioni inflitte alle squadre partecipanti a questo campionato il che significa, se dovesse accadere, che chi ha avuto la sanzione minima si potrebbe vedere cancellare il punto di penalizzazione; la seconda, è che la società attuale farà presente che il pasticcio della fidejussione è avvenuto nel pieno della trattativa per il passaggio della società da una vecchia ad una nuova gestione. 

Sono tentativi che fanno comunque fatti visto che alcune squadre della Lega Pro ed alcune che militano nello stesso girone hanno avuto una penalizzazione superiore a quella del Foggia. Insomma, se alla Cavese la penalizzazione in caso di ricorso passasse da cinque a quattro o tre punti, appare evidente che per «giustizia» dovrebbe essere restituito il punto anche al Foggia. Ma sono ipotesi. Bisognerà vedere come si comporteranno gli organi federali in appello. In ogni caso, e per non sbagliare, il Foggia ha presentato il ricorso. 

Di sicuro nell’immediato questo punto perso va recuperato sul campo, a cominciare dalla trasferta di Pisa dove il Foggia è chiamato a fornire una prova più convincente rispetto a quella deludente in casa contro il Siracusa. Zeman ha parlato a lungo con i suoi ragazzi, ma ha soprattutto fatto parlare il campo con gli allenamenti e gli schemi. Intanto domani test amichevole per la squadra del boemo che varcherà il confine regionale, per recarsi in Irpinia, a Lacedonia (località più vicina a Foggia che ad Avellino), dove affronteranno in un test amichevole la locale formazione, militante nel campionato di Prima Categoria. La partita avrà inizio alle ore 15.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400