Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:37

Pallacanestro  a Foggia nasce il Lab

Cinque società di pallacanestro della provincia di Foggia per il “Capitanata Basket Project”. E’ il progetto che vede protagoniste la Mazzeo Cestistica, la Marvin School , la Nuova Alius, la Libertas Foggia e l 'U.S. Basket Lucera, che si pongono l’obiettivo di far crescere il movimento giovanile di pallacanestro della provincia di Foggia. «L’obiettivo principale – sostiene Raffaele Mazzeo, patron della Cestistica – è quello di lavorare insieme per una maggiore crescita tecnica di allenatori e giocatori» 
Pallacanestro  a Foggia nasce il Lab
di PINO PISTILLO 

Cinque società di pallacanestro della provincia di Foggia per il “Capitanata Basket Project”. E’ il progetto che vede protagoniste la Mazzeo Cestistica, la Marvin School , la Nuova Alius, la Libertas Foggia e l 'U.S. Basket Lucera, che si pongono l’obiettivo di far crescere il movimento giovanile di pallacanestro della provincia di Foggia. «L’obiettivo principale – sostiene Raffaele Mazzeo, patron della Cestistica – è quello di lavorare insieme per una maggiore crescita tecnica di allenatori e giocatori». 

Per questa stagione i campionati sono pressoché cominciati quasi tutti e ogni società parteciperà alle varie competizioni giovanili con proprie formazioni. Dal prossimo anno sportivo saranno allestite squadre leader con giocatori scelti tra le società del “C . b. p. ”, che parteciperanno ai campionati Under 15, 17 e 19 di Eccellenza”. 

«E’ un punto di partenza molto importante – continua Mazzeo – per un duplice obiettivo: tecnico e sociale. Dare ai nostri ragazzi ulteriori elementi di crescita sportiva e contribuire a diffondere sempre più lo sport, e la pallacanestro in particolare, tra i nostri giovani sono i due elementi caratterizzanti del progetto». 
Da subito la Cestistica Mazzeo metterà a disposizione il suo staff tecnico, con in testa il coach della prima squadra Franco Ciani e il suo assistente Vincenzo Cavazzana per organizzare una serie di clinic con gli allenatori del progetto, allargati anche ai tecnici delle altre realtà della provincia. Per ogni categoria verrà effettuata una selezione dei migliori talenti, per i quali saranno organizzati approfondimenti tecnici con staff e giocatori della prima squadra della Cestistica. 

«E’ un progetto molto valido – sostiene Mario Del Vicario della Marvin – a cui abbiamo dato la nostra adesione immediatamente. Noi crediamo molto nello spirito collaborativo con le altre realtà di basket giovanile della Capitanata». Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’altra società sanseverese di pallacanestro giovanile. «Unire le forze – commenta il presidente dell’Alius Luigi Scarlato– signi - fica contribuire ancora meglio alla crescita tecnica dei nostri ragazzi. E’ un bel programma che sposa pienamente la nostra filosofia di lavorare per il bene del vivaio locale». 

Entusiasmo anche dai rappresentanti della Libertas Foggia. 
«Affrontiamo volentieri qualche piccolo disagio dovuto agli spostamenti – sostiene il presidente Nunzio Caccavo– ma lo facciamo perché siamo certi che cosi gli orizzonti delle nostre società e dei ragazzi si svilupperanno realmente permettendoci anche nel tempo di creare gli eredi di Walter Magnifico». 

Davide Colucci, presidente dell’Us Basket Lucera: «In questi progetti – sostiene – io ci ho sempre creduto fortemente e sono certo che presto vedremo risultati concreti». Già nella prima programmazione si è previsto di organizzare a San Severo un torneo nazionale con le selezioni dei migliori giocatori delle “cinque sorelle”, che andranno ad affrontare le più importanti realtà del panorama nazionale a livello giovanile. A breve partirà anche una campagna di promozione della pallacanestro nelle scuole, con il coinvolgimento di testimonial della prima squadra della Mazzeo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione