Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 22:15

Goran, da Bitritto  un sogno: «Voglio andare agli Europei»

Ormai conosce a memoria le campagne intorno a Bitritto. Lui, montenegrino di origine, dalla sua abitazione alla periferia della cittadina alle porte di Bari, raggiunge di corsa la palestra di Luciano Navarra, l’ex campione italiano dei pesi leggeri che sta diventando quasi un fratello maggiore, un amico, oltre che il suo maestro di pugilato. Sudore, sacrifici, duro lavoro per raggiungere un obiettivo preciso: «Vorrei combattere nel 2011 per il titolo europeo e mi piacerebbe tantissimo poterlo fare qui da voi. Sento tanto affetto intorno a me, sto recuperando il tempo perduto anche grazie alla gente che mi vuole bene»
Goran, da Bitritto  un sogno: «Voglio andare agli Europei»
Ormai conosce a memoria le campagne intorno a Bitritto. Lui, montenegrino di origine, dalla sua abitazione alla periferia della cittadina alle porte di Bari, raggiunge di corsa la palestra di Luciano Navarra, l’ex campione italiano dei pesi leggeri che sta diventando quasi un fratello maggiore, un amico, oltre che il suo maestro di pugilato. L’allenamento di Goran Gogic inizia così. Se Rocky Balboa correva per una Philadelphia deserta, Goran fa lo slalom tra gli alberi di ulivo saltando sui muretti a secco… E tra qualche giorno, sarà tutto più facile. Il Tribunale di Sorveglianza di Bari, con una decisione pilota in Italia, ha infatti ammesso Goran Gogic alla misura alternativa dell’affidamento al servizio sociale, riconoscendo all’allenamento e all’attività sportiva un valore importante nella prospettiva di un reinserimento sociale. 

Nato 31 anni fa, un metro e 95 di altezza per un peso forma di 114 chili, Gogic è un pugile professionista. Undici giorni dopo il suo ultimo incontro (19 ottobre 2007) fu arrestato in Germania (dove viveva con moglie e figli) perché coinvolto in un traffico di sostanze stupefacenti nel Nord Italia. Estradato nel nostro Paese, è stato condannato a quattro anni di reclusione. Dopo aver girato alcune carceri settentrionali (Verona, Trento, Como), è stato alcuni mesi nella casa circondariale di Bari. Dietro le sbarre ha coltivato il sogno di tornare sul ring. Grazie al suo difensore, l’avvocato Luciano Marchianò, e grazie a Luciano Navarra che ha dato subito la sua disponibilità ad allenarlo, il puglie già campione di Germania tra i pesi massimi, ci sta riuscendo. Tornare sul ring. Goran si sta comportando bene. 

Tre settimane fa aveva ottenuto gli arresti domiciliari con il permesso di allenarsi. Da allora sta tirando dritto verso il suo obiettivo. Al punto che il Tribunale di Sorveglianza lo ha ammesso in prova ai servizi sociali. «In Navarra ho trovato un uomo e un maestro eccezionale - dice Goran - All’inizio ero un po’ scettico, poi, però ho imparato ad apprezzare i suoi insegnamenti e con il passare dei giorni mi sono appassionato alla sua classe e alla sua eleganza. Non potevo capitare con un maestro migliore». 
La simpatia è reciproca. Navarra confida molto nelle potenzialità del suo allievo. «Ha delle qualità atletiche e tecniche che non ho mai visto. La sua tenacia e la sua costanza sono incredibili. Merita davvero di riuscire». 

Sudore, sacrifici, duro lavoro per raggiungere un obiettivo preciso: «Vorrei combattere nel 2011 per il titolo europeo e mi piacerebbe tantissimo poterlo fare qui da voi. Sento tanto affetto intorno a me, sto recuperando il tempo perduto anche grazie alla gente che mi vuole bene». Lui non lo ammette. Ma c’è anche chi lo ferma per strada per chiedergli l’autog rafo. Un gigante buono che Bitritto sta adottando. 

Ma l’impresa non è affatto semplice. Per realizzarla occorrono sponsor. «Ci sono tante imprese in Puglia, spero che la mia storia possa convincere qualcuno ad investire su un progetto ambizioso, ma non impossibile». Lui, intanto, lavora duro in palestra con il maestro Navarra, che crede in pieno nelle sue possibilità. Goran ce la metterà tutta, ma una cosa l’ha già ottenuta. «La vicenda che mi è capitata mi ha insegnato a riconoscere il vero valore della libertà e a guardarmi dal miraggio dei facili guadagni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione