Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 16:58

De Canio: il Cesena può metterci in difficoltà

«Il Cesena è una squadra che con le caratteristiche che ha, può mettere in difficoltà qualsiasi avversario». Il tecnico del Lecce Gigi De Canio presenta così l'avversario di domenica, reduce dal bel successo contro il Milan. «E' una squadra solida sul piano fisico – agonistico e compatta sul piano tattico, che giocando di rimessa è sempre pericolosa». A Cesena mister De Canio schiererà lo stesso Lecce che ha vinto contro la Fiorentina. Un Lecce modellato sul 4-3-2-1
De Canio: il Cesena può metterci in difficoltà
LECCE – «Il Cesena è una squadra che con le caratteristiche che ha, può mettere in difficoltà qualsiasi avversario». Il tecnico del Lecce Gigi De Canio presenta così l'avversario di domenica, reduce dal bel successo contro il Milan. «E' una squadra solida sul piano fisico – agonistico e compatta sul piano tattico, che giocando di rimessa è sempre pericolosa - continua – Possono contare su Giaccherini che è un elemento che con le sue caratteristiche può spostare l’asse del gioco, è un brevilineo che crea superiorità numerica, senza scordarsi, però, di Bogdani, che è un calciatore importante». De Canio si sofferma poi alla sua squadra e sulla formazione: «Nelle scelte di formazione che farò, giocherà un ruolo importante il turno infrasettimanale della settimana prossima. Torna a disposizione dopo la squalifica Olivera, che è convocato; Ruben si è allenato bene, con impegno come tutti gli altri calciatori. La crescita della squadra la certifica la gara, con il comportamento che si ha in campo; al risultato ci arrivi se i calciatori riescono ad applicare gli aspetti organizzativi sui quali lavoriamo. Ogni allenamento, ogni settimana che passa è un passo in avanti per diventare squadra». 

A Cesena mister De Canio schiererà lo stesso Lecce che ha vinto contro la Fiorentina. Un Lecce modellato sul 4-3-2-1, vale a dire con quattro difensori (gli esterni saranno Vives Giuliatto, mentre Gustavo e Ferrario agiranno come centrali), con tre centrocampisti (Giacomazzi coadiuvato sulla fasce da Grossmuller e Munari), con due trequartisti (Di Michele, autore del gol successo contro la Fiorentina e l’argentino Piatti, autore di una gara super) pronti a rifornire di palle-gol l’unico attaccante, Corvia. Un Lecce prudente ma anche insidioso che, almeno nella fase iniziale, non avrà l’aiuto di Chevanton, Jeda e Olivera, dirottati in panchina. Uno dei tre o tutti e tre potrebbero fare il loro ingresso a gara iniziata. Per questa trasferta, De Canio ha convocato 20 giocatori, lasciando a casa Fabiano, Reginiussen, Donati, Brivio, Petrachi, Diamoutene, Bergougnoux e Ofere. Oggi allenamento a porte chiuse al «via del Mare», nel pomeriggio partenza per Cesena. Probabile formazione (4-3-2-1): Rosati; Vives, Gustavo, Ferrario, Giuliatto; Munari, Giacomazzi, Grossmuller; Di Michele, Piatti; Corvia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione