Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 14:05

Il Potenza Calcio e il presidente a "redditi zero"

di FABIO AMENDOLARA 
POTENZA - Giuseppe Postiglione, il presidente ragazzino del Potenza Sport club, al fisco non dichiarava nulla. Eppure è presidente e legale rappresentante della Gapos Scarl, socio e rappresentante legale della Gapos Srl, rappresentante legale della Amici del serming Tm onlus, del Potenza Sport club, della Calpel Srl, socio della Nipa Srl e della Invest Srl. Fino all'anno scorso è stato anche rappresentante legale dell'Asd Basilicata e della Basilicata sport club basket. Ufficialmente si occupa di trasmissioni televisive, di compravendita di immobili, di servizi alle imprese e di sport
Il Potenza Calcio e il presidente a "redditi zero"
di FABIO AMENDOLARA 
POTENZA - È presidente e legale rappresentante della Gapos Scarl, socio e rappresentante legale della Gapos Srl, rappresentante legale della Amici del serming Tm onlus, del Potenza Sport club, della Calpel Srl, socio della Nipa Srl e della Invest Srl. Fino all’anno scorso è stato anche rappresentante legale dell’Asd Basilicata e della Basilicata sport club basket. Ufficialmente si occupa di trasmissioni televisive, di compravendita di immobili, di servizi alle imprese e di sport. Ma nel 2004, nel 2006, nel 2007 e nel 2008 il suo reddito era pari a «zero». 

Solo nel 2005 ha presentato il «modello unico» all’Agenzia delle entrate. La sua dichiarazione: cinque mila euro. Giuseppe Postiglione, il presidente ragazzino del Potenza Sport club, al fisco non dichiarava nulla. Nonostante i 400 mila euro depositati sul conto corrente della banca di Montecarlo e sequestrati dalla Guardia di finanza su richiesta della Procura antimafia di Potenza due settimane fa. Stando alle dichiarazioni dei redditi - come la Gazzetta è in grado di ricostruire - Giuseppe Postiglione e famiglia non se la passerebbero benissimo. Le società di cui fa parte, però, sono proprietarie di terreni e fabbricati. Su alcuni dei quali ci sono anche delle ipoteche. La Nipa Srl, ad esempio - risulta dagli atti che la Gazzetta ha potuto consultare - è proprietaria di un fabbricato di tipo civile in via Messina a Potenza dal valore di 250 mila euro, con un’ipoteca di 150 mila euro. E di un fabbricato e un terreno a Savoia di Lucania. La Nipa Srl ha poi acquistato cinque terreni in contrada Soranna a Potenza. E, risluta alla Gazzetta, ha chiesto al Comune un’auto - rizzazione per la costruzione di un complesso commercial e. La Nipa ha già ceduto al Comune un’area di 215 metri quadri per la realizzazione delle opere di urbanizzazione. La stessa società ha poi venduto alla Invest, un’altra impresa di cui è socio Postiglione, alcuni terreni di contrada Riofreddo a Potenza per 550 mila euro. Nipa e Invest sono anche proprietarie di automobili e di una moto. Il sostituto procuratore antimafia Francesco Basentini, nell’inchiesta «Calcio connection », ipotizza che i soldi depositati sul conto di Montecarlo siano il provento delle scommesse illecite sulle partite truccate dei campionati di Serie B e C1. I movimenti di compravendita potrebbero lasciar pensare a una provenienza diversa di quei soldi. Ma perché depositare in contanti? E, soprattutto, perché effettuare più versamenti? È quello che gli investigatori della Guardia di finanza stanno cercando di ricostruire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione