Cerca

Serie A. Lecce eroico con la Roma: 2-2

I gol si succedono facendo vibrare i 50.000 dell'Olimpico: prima Cassetti, poi Cassano, Bojinov e infine Mancini. Si segnala la bravura di Sicignano che para il rigore neutralizzando il classico «cucchiaio» di Francesco Totti
ROMA - Due volte in svantaggio, due volte capace di rimontare il risultato. Il Lecce vince all'Olimpico solo nel computo dei legni (2-1) ma riesce ad imporre il 2-2 ad una Roma che incassa il primo pareggio in campionato al suo ritorno davanti ai propri tifosi dopo la serata nera di Champions con la Dinamo Kiev e la sconfitta a sorpresa di Messina. Pugliesi avanti con Cassetti, pareggia Cassano: 2-1 nella ripresa di Bojinov, ci mette una pezza Mancini da poco entrato. Ma è impossibile dimenticare la «contro-prodezza» di Francesco Totti, un rigore gettato alle ortiche con il suo classico «cucchiaio» che però non coglie impreparato il bravo Sicignano. Lecce che sale a quota 5 punti in classifica, Roma che va a 4: altro che forbice tra grandi e piccole, questa è una Serie A che offrirà equilibri inattesi sino alla fine. Rudi Voeller gioca la carta del tridente per tentare di dimenticare la domenica di Messina: accanto a Montella, il bomber del momento, il tedesco recupera Totti e ridà una maglia a Cassano, di nuovo in campo dopo la squalifica. Va in panca Mancini per il baby Aquilani, De Rossi sostituisce l'infortunato Dacourt (out anche Chivu, D'Agostino, Tommasi e Zotti), confermata la difesa che ha preso quattro sberle al san Filippo. Il Lecce del mai dimenticato Zeman, privo di Babù, è lo stesso che ha travolto il Brescia, con Pinardi e Bojinov chiamati a mandare in tilt la retroguardia avversaria. Un obiettivo che riesce immediatamente perchè sono proprio i pugliesi ad avere al 5', dopo una inzuccata di poco a lato di Cassano, la prima palla gol con Bojinov, il cui siluro in controbalzo bacia il palo.
La Roma soffre la velocità di un Lecce assai più preparato fisicamente ma non sta a guardare, uscendo dal guscio con due colpi di testa niente male: quello di Panucci, al 17', muore di un soffio sopra la traversa, quello di Montella al 20' invece va proprio a stamparsi sul sette, dagli sviluppi di un corner nato da una pericolosa incursione in area di Perrotta. Totti cerca di soprendere Sicignano fuori posizione, Montella chiede invano un penalty, Aquilani rovescia a lato dopo una gran giocata di Cassano. Ma quando i giallorossi di casa sembrano aver preso le misure, il Lecce colpisce al 41' con una azione personale di Cassetti, che salta Cufrè sulla destra e infila Pelizzoli al primo palo. Passano tre minuti e la Roma ha la grande chance per acciuffare il pari: uno spintone di Ledesma in area su Cassano costringe Bertini ad indicare il dischetto, Totti si incarica della battuta ma il suo cucchiaio, in stile Europei 2000, non incanta Sicignano. Parte la ripresa e il Lecce, al 3', coglie il suo secondo legno con Bjelanovic un attimo prima che Cassano faccia le prove di un pareggio che giunge al 9': il destro vellutato del gioiello barese anticipa l'intervento di Diamoutene e non dà scampo a Sicignano. Montella lascia il posto a Mido nel suo primo match di campionato senza gol, Bojinov invece si ispira proprio all'Aeroplanino: il diciottenne bulgaro, su tocco di Giacomazzi, firma con un lob di classe la sua quarta rete, stesso bottino del numero nove di casa, prima di uscire per infortunio.
La partita si fa incandescente, Voeller si gioca la carta Mancini ed il brasiliano ripaga nel migliore dei modi la fiducia, facendosi trovare pronto sull'assist al centro di Mido per un 2-2 che riaccende l'Olimpico. Il Lecce però vuol chiudere in avanti e la Roma ne approfitta per operare di rimessa, facendo venire qualche brivido a Sicignano con un diagonale di Mido e una botta di Totti di un niente fuori bersaglio. Nel lungo recupero, Mido interrompe involontariamente un assist che avrebbe mandato verso Sicignano Mancini, Perrotta ci prova da fuori e Cassano di testa. Il 2-2, però, è scritto nella storia di un match che finisce con il risultato più giusto.

TABELLINO
ROMA-LECCE 2-2
ROMA: Pelizzoli 5,5, Panucci 6 (37'st Candela sv), Mexes 6, Ferrari 6, Cufrè 5,5, De Rossi 6, Perrotta 6,5, Aquilani 5,5 (19'st Mancini 6,5), Montella 6 (12'st Mido 6), Totti 5, Cassano 7.
In panchina: Curci, Dellas, Scurto, Delvecchio.
Allenatore: Voeller.
LECCE: Sicignano 7, Cassetti 6,5 (44'st Silvestri sv), Diamoutene 6, Stovini 6, Rullo 6,5, Giacomazzi 6,5, Ledesma 6, Dalla Bona 5,5, Bojinov 7 (25'st Konan 6), Bjelanovic 6 (36'st Eremenko sv), Pinardi 5,5.
In panchina: Anania, Abruzzese, Paci, Marianini.
Allenatore: Zeman.
ARBITRO: Bertini di Arezzo.
RETI: 41'pt Cassetti; 9'st Cassano, 14'st Bojinov, 27'st Mancini.
NOTE: serata fresca, terreno in buone condizioni, spettatori 50.000. Ammoniti: Dalla Bona, Rullo, Giacomazzi. Angoli: 6-4 per la Roma. Recuperi: 2', 5'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400