Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 07:56

Chevanton al Lecce Il Salento si infiamma

LECCE - Nessun intoppo per il ritorno in giallorosso di Chevanton. Le visite mediche cui si è sottoposto ieri mattina hanno dato il via libera all’ingaggio dell’attaccante, che ha firmato un contratto annuale. Da oggi «Cheva» si metterà a disposizione di mister De Canio e lavorerà per ritrovare la migliore condizione. Il Lecce però resta a caccia sul mercato: nel mirino, sempre un altro attaccante e un esterno destro difensivo.
Chevanton al Lecce Il Salento si infiamma
di Marco Seclì

LECCE - Non è un’operazione-nostalgia. Le visite mediche hanno fugato anche gli ultimi dubbi: Ernesto Javier Chevanto è abile e arruolato.

L’attaccante uruguagio da ieri è di nuovo a tutti gli effetti un giocatore del Lecce. In mattinata il «puntero» si è sottoposto alle visite mediche. Una tappa di rito che in questo caso non era una semplice formalità.

Nelle ultime stagioni «Cheva» è stato condizionato da problemi fisici che gli hanno impedito di esprimersi al meglio. E i test clinici servivano a valutare approfonditamente le sue attuali condizioni. L’esito è stato positivo: nulla osta al pieno recupero del bomber.

Dopo il via libera dello staff sanitario, Chevanton ha firmato il contratto che sancisce il suo ritorno in maglia giallorossa. Ingaggio di un anno, con una base economica fissa che potrà essere arricchita da bonus legati al numero di presenze e ai gol che metterà a segno.

Un modo per arricchire uno stipendio di molto ridimensionato rispetto ai 2 milioni di euro percepiti a Siviglia, che però nel rescindere il contratto gli ha concesso quella «buonuscita» indispensabile per fare andare in porto l’affare con il Lecce.

Da oggi, quindi, Chevanton sarà a disposizione di De Canio e lavorerà per trovare quanto prima la forma migliore. Di certo, l’attaccante di Juan Lacaze ha una grande voglia di rifarsi dopo le ultime deludenti annate in Spagna e la parentesi non brillante delll’anno scorso a Bergamo (voluto da Antonio Conte, era poi stato accantonato quando l’allenatore leccese aveva fatto le valigie). Ha voluto con forza il ritorno nel Salento, terra in cui era arrivato ragazzo nel 2001 e che lo aveva lanciato nel calcio dei big e. E dove ha messo su famiglia. E il Lecce e i tifosi giallorossi, dopo qualche perplessità iniziale legata proprio alle sue condizioni fisiche, lo hanno riaccolto a braccia aperte. Il boato del Via del Mare domenica sera quando, a sorpresa, lo speaker ha pronunciato anche il suo nome durante la presentazione della squadra prima dell’amichevole con il Valencia è la prova tangibile dell’affetto del popolo giallorosso. Facile provarlo per attaccante che dal 2001 al 2004 ha realizzato 45 reti e che tuttora, insieme con Mirko Vucinic, è il capocannoniere principe nella storia del Lecce in serie A con 19 gol nella stagione della fantastica rimonta salvezza della squadra guidata da Delio Rossi.

La scritta Cheva sulla maglia numero 19 da allora è rimasta impressa negli occhi dei tifosi. Ora dovranno abituarsi a vedere il loro beniamino indossare la casacca con il numero il 38 (19 più 19), visto che il 19 era già andato a Piatti. Poco male, in fondo, l’importante è che Cheva non abbia perso il vizio del gol.

mercato, la caccia continuaIl ritorno di Chevanton colma una delle lacune presenti nell’organico. Ma la società resta al lavoro per consegnare a De Canio tutti i tasselli richiesti. Serve almeno un altro attaccante e i nomi sono sempre i soliti: l’interista Obinna, il catanese Antenucci, il doriano ed ex leccese Marilungo e l’altro fresco ex, Di Michele del Torino. Tutte trattative che potrebbero sbloccarsi solo in extremis, nelle ultime ore di mercato.
Il tecnico di Matera attende anche un esterno destro difensivo. L’elemento individuato è Mikael Lustig, svedese in forza ai norvegesi del Rosenborg. L’amministratore delegato Claudio Fenucci (che anche ieri ha avuto contatti con i club titolari dei cartellini dei giocatori nel mirino) sarà mercoledì a Copenaghen, dove il Rosenborg gioca il ritorno della gara con i danese valevole per i preliminari di Champions League. Sarà l’occasione per trattare di persona l’ingaggio del difensore. In alternativa, il Lecce non ha mai perso di vista il doriano Stankevicius. Ma anche questo è un affare da ultime ore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione