Cerca

Olimpiadi giovanili la 16enne Clemente trionfa a Singapore

TARANTO - Quante volte capita che si abusi dell'aggettivo "storico". Questa volta no. Questa volta lo sport ionico, con una sua "figlia" di Laterza, entra davvero nella storia. Anna Clemente, 16 anni. Gli annali dello sport italiano ricorderanno questo nome. È la prima italiana ad aver conquistato una medaglia d'oro nell'atletica alle Olimpiadi Giovanili, la cui prima edizione è in corso a Singapore. Un oro che arriva dalla marcia, competizione da sempre deposito dal quale l'Italia attinge le sue medaglie più preziose.
• Chi è Anna Clemente, 16 anni
• Clemente: dedico la vittoria a Tommaso
Olimpiadi giovanili la 16enne Clemente trionfa a Singapore
di ANGELO LORETO

Quante volte capita che si abusi dell'aggettivo "storico". Questa volta no. Questa volta lo sport ionico, con una sua "figlia" di Laterza, entra davvero nella storia. Anna Clemente, 16 anni. Gli annali dello sport italiano nei decenni a venire ricorderanno questo nome. E' la prima italiana ad aver conquistato una medaglia d'oro nell'atletica alle Olimpiadi Giovanili, la cui prima edizione è in corso a Singapore.

Un oro che arriva dalla marcia, competizione da sempre deposito al quale l'Italia attinge le sue medaglie più preziose. Anna Clemente come Giuseppe Dordoni e Abdon Pamich, pionieri di questa disciplina che è passione e sofferenza. Come Maurizio Damilano, Ivano Brugnetti, Alex Schwarzer. Come Ileana Salvador, Erica Alfridi ed Elisa Rigaudo. Campioni di tutte le epoche. Nomi che sono la storia della marcia italiana ai quali oggi si aggiunge quello di Anna Clemente, medaglia d'oro nella 5 chilometri delle prime Olimpiadi Giovanili, riservate alla categoria Allievi.

Anna nella serata di Singapore (mezzogiorno di ieri in Italia) ha alzato le braccia alla fine di uno sprint entusiasmante contro la cinese Yanxue Mao, battendola per appena 2 secondi e 4 centesimi. Ha chiuso in 22 minuti, 27 secondi e 38 centesimi, stracciando il proprio precedente primato personale (23'00"09) e fissando il nuovo record italiano Allieve che apparteneva da tre anni alla sua compagna di allenamenti, la mottolese Antonella Palmisano (22'58"52).

«Ero partita con l'intenzione decisa di tenermi il terzo posto - commenta Anna a fine gara - così, a parte l'inizio dove mi sono fatta un po' imbottigliare, ho preso la scia dell'ucraina Galchenko. Ho tenuto la mia terza posizione con tenacia, ho controllato per gran parte della gara, fino a quando, per inerzia, non mi sono ritrovata seconda, davanti alla russa Leontyeva. A quel punto ho messo nel mirino la Galchenko e nella mia testa ho cominciato a gridare, posso vincere, oddio posso vincere! Tutto d'un botto l'ucraina è scoppiata e io ho realizzato un sogno. Dedico questa medaglia al mio coach dell'Atletica Don Milani, Tommaso Gentile e alla mia famiglia che mi ha sempre supportato e sopportato».

Da ieri il nome di Anna Clemente è scritto a caratteri di fuoco, anzi d'oro, in tutti gli almanacchi dello sport italiano. Quando negli anni a venire si scorgeranno le statistiche dell'atletica leggera italiana, in cima alle medaglie vinte alle Olimpiadi Giovanili, ci sarà il nome di Anna Clemente da Laterza, oro nella 5 chilometri di marcia il 21 agosto 2010 a Singapore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400