Cerca

Enel Basket Brindisi altri 7 giorni poi si torna a sognare

Tanti i giorni che dovranno trascorrere prima che il popolo del palaElio possa iniziare a conoscere il «gruppo» (termine caro ed importante per coach Giovanni Perdichizzi) voluto dal patron Massimo Ferrarese, al quale non andava di certo di presentare la sua squadra, al ballo delle debuttanti, con le vesti di Cenerentola. Il 24 agosto è la data che farà da spartiacque fra la trionfale stagione vissuta da Brindisi, culminata con l’accesso in Lega A e l’inizio della nuova era. Quella di Brindisi nell’Olimpo della pallacanestro italiana
Enel Basket Brindisi altri 7 giorni poi si torna a sognare
di FRANCO DE SIMONE 

Meno 7: tanti i giorni che dovranno trascorrere prima che il popolo del palaElio possa iniziare a conoscere il «gruppo» (termine caro ed importante per coach Giovanni Perdichizzi) voluto dal patron Massimo Ferrarese, al quale non andava di certo di presentare la sua squadra, al ballo delle debuttanti, con le vesti di Cenerentola. Il 24 agosto è la data che farà da spartiacque fra la trionfale stagione vissuta da Brindisi, culminata con l’accesso in Lega A e l’inizio della nuova era. Quella di Brindisi nell’Olimpo della pallacanestro italiana. 

Poi, da giovedì 26 si darà il via alla preparazione in vista degli impegni a cui l’Enel Basket sarà chiamata. Nel frattempo cresce in seno al popolo di fede biancazzurra l'attesa di vedere i propri beniamini all'opera. Un'attesa che continuerà ad essere tale fino alla prima domenica di settembre, allorquando, nel palaTodisco, gli uomini di coach Perdichizzi, probabilmente, affronteranno in amichevole l’Assi Basket Ostuni di coach Giovanni Putignano, anche se poi, nel secondo fine settimana di settembre, la squadra del presidente Antonio Corlianò sarà impegnata alle porte di Roma - a Palestina, per la precisione - nella «Summer Cup Lazio», un quadrangolare a cui prenderanno parte anche la Sutor Montegranaro, La Juve Caserta ed i Crabs Rimini, contro cui Luca Infante e soci apriranno il torneo. 

Che stagione agonistica sarà? L’invito alla prudenza parte dalla bocca di tutto lo staff dirigenziale e tecnico. Fra tutti si erige la voce di coach Perdichizzi, il quale invita, se mai ce ne fosse ancora bisogno, a considerare che il campionato che l’Enel Basket si appresta a disputare è tutt’altra cosa rispetto a quello appena lasciato alle spalle. Diverso il livello, tutt’altra la mentalità dei giocatori che compongono i vari roster. 

«Alleniamoci anche all’idea che si potranno perdere le partite in casa», raccomandava il saggio Santi Puglisi, il team manager dell’Enel Basket. Lui, che di campionati in A ne ha vissuti diciotto, sa bene quello che dice, e lo fa ben sapendo la fantasia che si è scatenata all’annuncio dei nomi dei giocatori che comporranno il nuovo roster.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400