Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 04:46

Pallavolo - L'Italia chiude vincendo

Le azzurre esauriscono i loro impegni nelle qualificazioni europee imponendosi in scioltezza con un secco ed eloquente 3-0 sulla Slovacchia, successo che consente alle ragazze di Bonitta di chiudere al primo posto. Gli Europei si svolgeranno dal 16 al 25 settembre 2005 in Croazia
ITALIA-SLOVACCHIA 3-0 (25-16 25-19 25-16)

ITALIA: Ferretti 3, Piccinini 18, Anzanello 6, Centoni 13, Ortolani 8, Leggeri 8. Cardullo (L), Lo Bianco. Non entrate: Rinieri, Barazza, Del Core, Paggi. Allenatore: Bonitta.
SLOVACCHIA: Malekova 3, Michalcova 2, Nosekova 8, Repakova 7, Matiasovska 3, Viestova 1. Kolenakova (L) Biksadska 2, Gogolova 2, Hatinova 4, Szekeliova 3. Non entrate: Bognarova. Allenatore: Cada.
ARBITRI: Kostantinov (Bul) e Rebasta (Aut).
NOTE: Durata set: 20', 22', 21'. Italia: ace 4, battute sbagliate 8, muri 10, errori 14. Slovacchia: ace 3, battute sbagliate 8, muri 3, errori 19.

BAKU - Nel giorno in cui la capitana azzurra Manuela Leggeri eguaglia con 325 il primato di presenze in nazionale di un'altra grande Manuela, la Benelli, le azzurre esauriscono i loro impegni nelle qualificazioni europee imponendosi in scioltezza con un secco ed eloquente 3-0 sulla Slovacchia, successo che consente alle ragazze di Bonitta di chiudere al primo posto la loro pool, dopo aver collezionato in sei gare cinque vittorie. Per la capitana è stata una giornata particolare, indimenticabile, come lei stessa ha sottolineato: «E' stato come coronare il sogno della mia vita pallavolistica, un bellissimo immenso traguardo personale. Devo confessare che questi dieci anni in azzurro sono veramente volati».
Altrettanto indimenticabile il 19 settembre resterà per la giovanissima (classe 1987) Serena Ortolani, che otto giorni dopo il trionfo Europeo conquistato con la nazionale juniores, ha fatto il suo debutto in campo con la seniores, giocando una discreta gara, mettendo a terra tra l'altro anche il primo attacco del match. Nonostante la partita non avesse più valore per la corsa alla qualificazione, l'Italia ha affrontato l'impegno con lo spirito giusto e di questo è rimasto soddisfatto il ct Bonitta, che aveva profondamente cambiato la formazione rispetto alle prime due gare.
Dentro Francesca Ferretti in regia, Leggeri ed Anzanello al centro, la scatenata Piccinini (18 i suoi punti in questo match) e la già citata Ortolani di banda. Unica conferma quella di Nadia Centoni, che ha ribadito la sua buona condizione già espressa nelle prime due gare: «Non è stato un torneo facile come sembra adesso che abbiamo vinto tutte le partite. Tornare in campo dopo le Olimpiadi ed affrontare subito l'Ucraina, con il rischio di compromettere molto. Poi sabato con l'Azerbaijan che aveva dalla sua parte un po' tutte le componenti in campo e fuori. Ma è andata benissimo e sono contenta. Ed adesso ripensiamo al club ed al campionato». Si è chiusa infatti a Baku la lunga stagione azzurra 2004. Di nazionale per impegni ufficiali si tornerà a parlare nella prossima primavera.

Girone 2

Classifica: Italia 10 punti; Azerbaigian e Ucraina 6; Slovacchia 0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione