Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:24

Ondata di entusiasmo Al San Nicola di Bari esplode la passione

È bastata la semplice ripresa degli allenamenti della squadra di Ventura per poterla toccare con mano. Cinquecento, forse anche seicento gli innamorati del Bari che si sono fatti trovare davanti al campo dell’antistadio del «San Nicola» per salutare i biancorossi, quelli della vecchia guardia e anche gli ultimi arrivati. C’era da aspettarselo, però. Anche nelle stagioni più difficili Bari è sempre riuscita a dare u n’immagine di sè molto «carica». Una città passionale, ambiziosa, anche molto esigente
Ondata di entusiasmo Al San Nicola di Bari esplode la passione
di ANTONELLO RAIMONDO

BARI - La passione dei baresi non ha confini. È bastata la semplice ripresa degli allenamenti della squadra di Ventura per poterla toccare con mano. Cinquecento, forse anche seicento gli innamorati del Bari che si sono fatti trovare davanti al campo dell’antistadio del «San Nicola» per salutare i biancorossi, quelli della vecchia guardia e anche gli ultimi arrivati. C’era da aspettarselo, però. Anche nelle stagioni più difficili Bari è sempre riuscita a dare u n’immagine di sè molto «carica ». Una città passionale, ambiziosa, anche molto esigente. Ma comunque una città vigile, presente, ricettiva e reattiva. La tifoseria ha un suo ruolo ben preciso ed è giusto che faccia di tutto per farlo sentire. Alla società e, soprattutto, alla squadra. 

Una responsabilità in più quest’entusiasmo che si respira in città a poco più di dieci giorni dalla super sfida con la Juvent us. Una responsabilità che certamente riguarda anche Guido Angelozzi, l’uomo mercato che sta cercando di completare il mosaico con un difensore centrale di qualità. Finora ha fatto un gran lavoro il diesse catanese centrando tutti gli obiettivi e ponendo le basi per un futuro che consenta al Bari di creare una buona base di calciatori di proprietà. Però l’opera va completata. Il blitz in Brasile nei giorni scorsi va inquadrato proprio in quest’ottica. Non c’è ancora concretezza nell’azione di bari calcio allenatore VenturaAngelozzi che, però, in queste ore proverà a tirare le somme con mister Ventura. Danilo, il difensore brasiliano accostato al Bari da quasi tutti i media nazionali, non è dispiaciuto al direttore sportivo biancorosso ma l’operazione nasconde tante insidie. Tant’è che resta calda, per esempio, l’opzione Rinaudo. 

Il difensore del Napoli è un vecchio pallino di Ventura che, com’è noto, preferirebbe poter lavorare con calciatori italiani con i quali, evidentemente, ci sarebbe maggiore facilità di dialogo. Quasi definitivamente tramontata, invece, l’opzione Andreolli che le ultime voci di mercato danno vicino al Chievo . 

NOVITÀ - Tra i calciatori più acclamati c’è senz’altro l’algerino Ghezzal, uno sul quale i tifosi del Bari fanno grande affidamento. «Bellissimo trovare u n’atmosfera così alla ripresa degli allenamenti - dice il jolly offensivo che Ventura vorrebbe utilizzare sulla fascia sinistra - vuol dire che avremo un motivo in più per fare bene e regalare alla città tante vittorie. Il mio inserimento è stato facilissimo, ho trovato un gran gruppo e questo mi ha agevolato. In camera sono con Parisi e con lui tutto ok anche perché dorme sempre... Ma anche Donati, Raggi e gli altri sono ragazzi d’oro. Non vedo l’ora di cominciare. Il calcio di Ventura mi affascina. Sapevo che era bravo vedendo giocare il Bari dello scorso anno. Il mio ruolo? Giuro che non è un problema. Gioco dove sono utile alla squadra. L’ho già fatto l’anno scorso a Siena, perché mai dovrebbe diventare un ostacolo qui?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione