Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 12:11

Serie A - Juve sola al comando. Lecce 2°

I bianconeri battono 2-0 l'Atalanta. Il Milan passa a Bologna (0-2). Roma, Montella (3 gol) non basta a Messina (4-3). Vincono Fiorentina, Chievo e Siena. Pari in Lazio-Reggina. Ieri 4-1 dei salentini al Brescia. Mercoledì turno infrasettimanale. (In B, si gioca martedì (c'è Cesena-Bari) • Serie C1 e C2
KakàROMA - Solo due partite e c'è già una capolista solitaria. La Juventus dopo 180 minuti di gioco ha già impresso la sua marcia alla Serie A: con una doppietta di Trezeguet ai danni dell'Atalanta, i bianconeri volano al comando a punteggio pieno e con la porta di Buffon ancora inviolata. Nessuno tiene il passo di Fabio Capello, che già undici anni fa - allora sulla panchina del Milan - aveva stabilito lo stesso mini-record (primo posto in solitario dopo due turni) per andare a vincere poi il secondo dei suoi tre scudetti rossoneri.
Torna il sorriso anche nella Milano calcistica: dopo il secondo pareggio dell'Inter nell'anticipo di ieri, ci ha pensato il Milan, che pure in avvio aveva fatto falsa partenza contro il Livorno, a conquistare i tre punti, salutando anche il ritorno al gol di Kakà: 2-0 al Bologna. La prima rete porta la firma di Shevchenko, ancora a digiuno in campionato (aveva però segnato in Champions) su rigore, poi il raddoppio del brasiliano che lascia la squadra di Mazzone ancora a quota zero. Dopo la settimana nera, con la gara di Champions sospesa per il ferimento dell'arbitro Frisk, la Roma cade a Messina: non è bastata neanche la tripletta del rinato Montella che si consola balzando in testa alla classifica dei cannonieri a quota 4. L'aeroplanino è volato tre volte sul campo dei siciliani che la spuntano però 4-3: Collina assegna un rigore ai messinesi che aprono la goleada con Parisi. Sullo, Giampà e Zampagna regalano poi i tre punti preziosi per la neopromossa che con quattro punti si piazza in seconda posizione.
Nella giornata in cui la Toscana ritrova dopo 55 anni tre sue squadre in casa, il Livorno, dopo aver fermato il Milan nella gara d'avvio è costretto a cedere al Chievo davanti agli occhi del suo primo tifoso, Carlo Azeglio Ciampi. Il presidente della Repubblica, la cravatta amaranto sul completo scuro, ha prima esultato per l' 1-0 segnato da Protti, è poi rimasto sereno dopo il gol di Cossato, ma non ha nascosto tutto il suo disappunto per quello di Semioli che ha assegnato la vittoria ai veneti: «Abbiamo fatto errori comunque abbiamo 36 partite per rimediare. L' importante è avere il Livorno in serie A» ha detto alla fine il Capo dello Stato.
Al secondo posto si piazza anche la Lazio che però, dopo la bella prova in Uefa con il Metalurg, all'Olimpico con la Reggina stenta e non va oltre l'1-1: biancocelesti ancora a segno con un rigore, stavolta dubbio dopo quello che domenica scorsa nel posticipo con la Samp aveva scatenato la lite tra Di Canio e Inzaghi: per quest'ultimo subito occasione per rifarsi dagli undici metri, con il compagno pronto a rispettare il patto di alternanza sul dischetto. Il risultato alla fine va più stretto alla Reggina che ha messo in difficoltà la squadra di casa: ai calabresi non basta il gol-capolavoro di Bonazzoli, una battuta al volo dalla destra verso il palo opposto che a più di uno ha ricordato analoga perla di Van Basten a Euro '88, per coordinazione e gesto tecnico.
Primo successo in casa per festeggiare il ritorno in A della Fiorentina: i viola di Della Valle, in polemica per il mancato accordo con Sky per la cessione dei diritti tv, fermano il Cagliari di Zola con un 2-1 che porta la firma di Miccoli e Dainelli. Cade ancora la Samp, stavolta in casa del Siena: per i toscani sono i primi tre punti, i doriani invece restano a quota zero come Brescia e Bologna.

SERIE A - 2ª GIORNATA

Lecce-Brescia 4-1 (sabato)
Inter-Palermo 1-1 (sabato)
Bologna-Milan 0-2
Fiorentina-Cagliari 2-1
Juventus-Atalanta 2-0
Lazio-Reggina 1-1
Livorno-Chievo 1-2
Messina-Roma 4-3
Siena-Sampdoria 2-1
Udinese-Parma (ore 20:30)

CLASSIFICA

LEGENDA: Squadra Punti Giocate Vinte Pareggiate Perse Gol fatti Gol subiti

Pt Pg Pv Pn Pp Gf Gs
Juventus 6 2 2 - - 5 -
Lecce 4 2 1 1 - 6 3
Milan 4 2 1 1 - 4 2
Chievo 4 2 1 1 - 4 3
Messina 4 2 1 1 - 4 3
Lazio 4 2 1 1 - 2 1
Palermo 4 2 1 1 - 2 1
Roma 3 2 1 - 1 4 4
Cagliari 3 2 1 - 1 2 2
Fiorentina 3 2 1 - 1 2 2
Siena 3 2 1 - 1 2 2
Inter 2 2 - 2 - 3 3
Reggina 2 2 - 2 - 1 1
Parma (*) 1 1 - 1 - - -
Udinese (*) 1 1 - 1 - - -
Livorno 1 2 - 1 1 3 4
Atalanta 1 2 - 1 1 2 4
Sampdoria - 2 - - 2 1 3
Bologna - 2 - - 2 - 3
Brescia - 2 - - 2 1 7
(*)= Udinese e Parma una gara in meno.

CLASSIFICA CANNONIERI

4 RETI: Montella (Roma).
3 RETI: Trezeguet (Juventus); Bojinov (Lecce).
2 RETI: Semioli (Chievo); Adriano (Inter); Giacomazzi (Lecce); Lucarelli C. (1 rig.)(Livorno); Seedorf (Milan); Toni (Palermo).
1 RETE: Albertini, Pazzini (Atalanta); Caracciolo (Brescia); Esposito, Suazo (Cagliari); Cossato, Pellissier (Chievo); Dainelli, Miccoli (Fiorentina); Stankovic (Inter); Ibrahimovic, Nedved (Juventus); Di Canio (1 rig.)(Lazio); Protti (Livorno); Giampà, Parisi (1 rig.), Sullo, Zampagna (Messina); Kakà, Shevchenko (1 rig.)(Milan); Bonazzoli (Reggina); Flachi (Sampdoria); Portanova, Vergassola (Siena).

PROSSIMO TURNO (mercoledì 22 settembre, ore 20,30)

Atalanta-Inter
Brescia-Lazio
Cagliari-Siena
Chievo-Udinese
Milan-Messina
Palermo-Fiorentina
Parma-Bologna
Reggina-Livorno
Roma-Lecce
Sampdoria-Juventus

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione