Cerca

Bari calcio, Barreto «Difficile ripetersi ma ci proverò»

BARI - Vitor Barreto, 14 gol nella passatastagione, è la punta di diamante del Bari allenato da Giampiero Ventura. Il brasiliano, che il Bari ha acquistato in comproprietà dall’Udinese, è al lavoro a Vittorio Veneto (Treviso), motivato per migliorarsi nel prossimo campionato,
Bari calcio, Barreto «Difficile ripetersi ma ci proverò»
BARI – Grandi prospettive per l’attaccante del Bari Vitor Barreto che lo scorso anno ha realizzato 14 reti in serie A. «Sarà difficile ripetersi – dice – ma ci proverò soprattutto con l'aiuto dei miei compagni. Ogni anno bisogna dimostrare qualcosa in più per ottenere gli obiettivi prefissati – spiega sul sito dei biancorossi – Finora non ci sono stati problemi tranne un piccolo risentimento al tendine all’inizio del lavoro a Ridanna. Questo mi fa pensare che dovrei inziare il campionato ad un livello superiore rispetto alla scorsa stagione. Poi si vedrà».

Alla fine del campionato in molti pensavano che Barreto lasciasse il Bari. «Il fatto stesso che sono qui è una risposta concreta. Non c'era niente di vero. Mi sono solo allontantato perchè non volevo andare in Messico. Ho paura dell’aereo e quel viaggio mi terrorizzava. Pensate un pò che questo pensiero ha condizionato anche la mia ultima gara di campionato. Il nuovo Bari? Sono arrivati dei giocatori nuovi che non faranno fatica ad integrarsi. Romero mi sembra già pronto per far vedere quello che sa fare. D’Alessandro? Lo chiamano il Kamatà bianco, è molto veloce e abile nei dribbling. Poi c'è Ghezzal: è proprio un "fenomeno"». 

Barreto-Kutuzov, Barreto-Caputo, Barreto-Ghezzal, Barreto-Castillo. Quale coppia sarà quella titolare? «Non posso saperlo. Dipenderà dal tecnico. Quelli nominati sono tutti giocatori di qualità. Alla fine l’importante è che ci sia io».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400