Cerca

Cassano squalificato per due giornate

Tanto costerà al barese la manata in faccia al difensore Chiellini alla fine del primo tempo di Roma-Fiorentina. C1: Quattro turni a Degli Schiavi (Andria)
MILANO - Costerà due turni di sospensione ad Antonio Cassano la manata in faccia al difensore della Fiorentina Chiellini alla fine del primo tempo di Roma-Fiorentina. Lo ha deciso il Giudice sportivo.
Oltre a questo, sono stati squalificati, tutti per un turno, gli altri sei giocatori espulsi durante le gare della prima giornata di campionato di serie A. Si tratta di Antonioli (Sampdoria), Dida (Milan), Balleri (Livorno), Cirillo (Siena), Franceschini (Reggina) e Viali (Fiorentina).
Nessun giocatore, ovviamente, figura nell'elenco dei diffidati, mentre c'è da registrare la prima ammonizione ufficiale inflitta dal Giudice sportivo per 'divieto di fumò in panchina durante le gare. E' toccata a Walter Mazzarri (Reggina) che era stato richiamato in questo senso dal quarto uomo.
Una multa di 2.500 euro è toccata a Cristiano Lucarelli (Livorno) perchè «con atteggiamento contrario ai doveri di correttezza sportiva» ha nascosto nei pantaloncini l' oggetto lanciato dai tifosi della propria squadra contro il portiere del Milan Abbiati nel corso della partita Milan-Livorno al Meazza.
Tra le società ammenda di 15 mila euro al Livorno non per le bandane indossate dai tifosi amaranto sulla curva di San Siro ma per una serie di intemperanze: dal lancio di fumogeni e oggetti, uno dei quali, una pesca, ha colpito Abbiati, fino ai cori ingiuriosi nei confronti del presidente della squadra rossonera.
Le intemperanze dei rispettivi tifosi costeranno 7.000 euro di ammenda alla Roma, 4.000 alla Fiorentina, 2.500 al Lecce, 1.750 al Brescia e 1.500 alla Lazio.
In serie B, due turni di squalifica sono stati inflitti dal Giudice sportivo a Marco Ferrante (Catania), e lo stop per una giornata a Giovanni Indiveri (Cesena). Sono questi gli unici due calciatori espulsi, e quindi squalificati, nella prima giornata del campionato di serie B.
Fra le società l'ammenda più pesante è toccata all'Empoli, 5.000 euro, per lancio dei soliti bengala e fumogeni in campo e per «l'indebita presenza nel corridoio degli spogliatoi di una persona non tesserata che aggrediva alcuni calciatori della squadra avversaria nel corso di una discussione tra costoro e il presidente dell' Empoli». Quattromilacinquecento euro di ammenda al Piacenza per un razzo scagliato dai tifosi emiliani nel settore occupato dai supporter avversari che per fortuna non ha colpito persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400