Cerca

Bari, a Ridanna la prima sconfitta

RIDANNA - Scivola il Bari nella seconda amichevole precampionato disputata in Alto Adige. I biancorossi, ovviamente minati nella condizione fisica dall’intensa preparazione che stanno svolgendo, hanno ceduto il passo agli arabi dell’Al Nassr, la formazione saudita allenata da Walter Zenga.  Questi test servono soprattutto a riprendere confidenza con il campo, con le giocate, a ritrovare l’intesa ed a far inserire di più e meglio i nuovi arrivati. Certo, le sconfitte sono sempre fastidiose e sarebbe sempre meglio evitarle.

Bari, a Ridanna la prima sconfitta
RIDANNA - Scivola il Bari nella seconda amichevole precampionato disputata in Alto Adige. I biancorossi, ovviamente minati nella condizione fisica dall’intensa preparazione che stanno svolgendo, hanno ceduto il passo agli arabi dell’Al Nassr, la formazione saudita allenata da Walter Zenga. Di questi tempi è sempre facile incappare in una sconfitta, un po’ come succedeva l’anno scorso nello stesso periodo. Questi test servono soprattutto a riprendere confidenza con il campo, con le giocate, a ritrovare l’intesa ed a far inserire di più e meglio i nuovi arrivati. Certo, le sconfitte sono sempre fastidiose e sarebbe sempre meglio evitarle, soprattutto se di fronte di ritrovi avversari magari più avanti nella condizione, ma di un tasso tecnico evidentemente inferiore.

Ma nessun campanello d’allarme, ci mancherebbe altro. L’importante sarà farsi trovare pronti per l’avvio del campionato, a fine agosto. Un mese di tempo a disposizione perché i circuiti tornino a posto.

«Nonostante la sconfitta sono sodisfatto - racconta il tecnico biancorosso Ventura - per due motivi. Il primo è relativo alla rpima frazione di gioco: abbiamo creato gioco, comandando sempre la partita. E creato occasioni che però non abbiamo sfruttato. Nella ripresa le cose sono andate meno bene: ma sugli errori commessi dobbiamo riflettere. Dopo aver subito il gol abbiamo provato a recuperare “usando” soltanto il cuore. Noi non possiamo essere questi, il Bari deve sempre giocare al calcio». Il riferimento del tecnico va in direzione anche del gol subito dagli arabi: retropassaggio di Rinaldi, controllo infelice di Gillet e palla rubata e messa in porta da Al Sahlawi. Sotto osservazione il reparto difensivo: «Certo non possiamo pretendere - commenta il tecnico - che i nuovi come Raggi e Rinaldi conoscano a memoria i nostri automatismi. E lo stesso Andrea Masiello dovrà calarsi nel nuovo ruolo».

Anche Vincenzo Matarrese ha assistito alla partita contro gli arabi, seguita appassionatamente pure da oltre duecento tifosi biancorossi. Così il presidente a fine partita: «Non sono per nulla preoccupato da questa sconfitta - racconta Matarrese -. È stata una buona prova e comunque di una partita di precampionato. Sono convinto che questo Bari farà bene in campionato. Ventura può contare su tanti calciatori che sanno giocare bene al calcio». Un primo giudizio sui nuovi: «Tutti mi hanno positivamente impressionato».

«Bene nel primo tempo - dice il direttore sportivo Guido Angelozzi - meno nella ripresa, ma tutto è nell’ordine delle cose di questi tempi. Non siamo ancora brillanti, gli arabi hanno dimostrato di essere più avanti di noi quanto a condizione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400