Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 22:18

Lecce, è Stankevicius il prossimo obiettivo

Il Lecce, sistemata la corsia sinistra del reparto arretrato (oltre alla new entry Brivio, può contare su Giuliatto e Mesbah, che però può giocare anche più avanzato), ora si concentra sulla fascia opposta. Partito Angelo per fine contratto, dall’Inter è arrivato il baby Donati. Ma la corsia va rinforzata con almeno un altro giocatore di ruolo
• La squadra in raduno a Tarvisio
Lecce, è Stankevicius il prossimo obiettivo
di MARCO SECLÌ 

LECCE - Ieri c’è stato anche l’annuncio ufficiale a sancire l’operazione, in verità già perfezionata da giorni. Davide Brivio è un calciatore del Lecce: l’esterno difensivo è arrivato in comproprietà e ha firmato un contratto di quattro anni. Al Vicenza va la metà del cartellino di Baclet e un conguaglio econom ico. Il Lecce, sistemata la corsia sinistra del reparto arretrato (oltre alla new entry Brivio, può contare su Giuliatto e Mesbah, che però può giocare anche più avanzato), ora si concentra sulla fascia opposta. Partito Angelo per fine contratto, dall’Inter è arrivato il baby Donati. 

Ma la corsia va rinforzata con almeno un altro giocatore di ruolo, possibilmente di maggiore esperienza. Gigi De Canio ha ammesso l’interesse per Marius Stankevicius. «È un giocatore che stimo - ha sottolineato il tecnico giallorosso - in quel ruolo abbiamo un giocatore giovane (Donati, ndr) e vorremmo creare una competizione interna con un elemento più esperto. Se i costi fossero sostenibili, l'operazione potrebbe andare anche in porto». 

Al momento, la Sampdoria è orientata alla cessione dell’intero cartellino del terzino lituano, di rientro da una stagione a Siviglia. L’investimento appare piuttosto oneroso per le casse di Via Templari, considerando anche che si tratta di un giocatore non più in tenera età (ha 29 anni). Poi c’è il problema dell’ingaggio, che supera abbondantemente il tetto fissato dal Lecce e per ora la Samp non sembra disposta a contribuire ad alleggerirlo. Un’altra priorità, se possibile ancor più indispensabile, è rimpolpare l’attacco. De Canio ha confermato che il Lecce sta seguendo il ventunenne ungherese del Liverpool Kriztian Nemeth. «Ci interessa - ha sentenziato - è un giocatore di grandi quailità e prospettive, se ci fossero le condizioni economiche ci piacerebbe facesse parte del nostro gruppo». 

Il Lecce ha messo nero su bianco l’interesse per l’attaccante, l’anno scorso in prestito all’Aek di Atene, con un fax inviato alla sede dei Reds. Ha chiesto un appuntamento con i dirigenti del club inglese per intavolare la trattativa. Nemeth sarebbe un’alternativa a Guido Marilungo, che la società giallorossa non perde di vista. L’attaccante marchigiano ha chiesto di essere ceduto perché, con davanti Pazzini, Cassano e Pozzi, a Genova teme di non giocare. I blucerchiati, però, al momento gli sbarrano la strada. Ci sono in ballo i preliminari di Champions e se rose saranno per il ritorno di Marilungo, fioriranno solo ad agosto (fermo restando che oltre al Lecce l’azzurrino ha numerosi altri estimatori, Chievo in testa). 

I CONVOCATI PER IL RITIRO - Ieri è stata resa nota la lista dei convocati per il ritiro che si apre domani a Tarvisio. Partono in 22. Ecco tutti i nomi: Portieri: Gabrieli, Petrachi, Rosati. Difensori: Brivio, Donati, Fabiano, Ferrario, Giuliatto, Ingrosso, Schiavi. Centrocampisti: Falcone, Giacomazzi, Mesbah, Munari, Vives. Attaccanti: Bergougnoux, Corvia, Falco, Olivera, Triarico, Caccavallo (questi ultimi due raggiungeranno i compagni la prossima settimana). Olivera si aggregherà al gruppo dopo aver ottenuto il visto dalle autorità italiane. Alla rosa si aggrega poi il portiereMassimiliano Benassi, svincolato dal Perugia. Il Lecce ha chiuso due operazioni per la Primavera: dal Brindisi 1912 arrivano a titolo definitivo il difensore Leonardo Nunzella ('92) e il centrocampista Salvatore Giglio ('92).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione