Cerca

Calcio - Italia batte Norvegia 2-1

La "nuova" Nazionale di Marcello Lippi ha sconfitto la squadra nordeuropea nello stadio «Barbera» di Palermo nella prima partita di qualificazione per i campionati mondiali del 2006 che si svolgeranno in Germania. È stata la partita dei debuttanti: per gli Azzurri hanno segnato De Rossi e Toni
Italia batte Norvegia 2-1

• Italia (4-4-2): Buffon 7, Bonera 6, Nesta 6.5, Materazzi 5, Favalli 6 (24' st Diana), Fiore 6.5, Gattuso 6, De Rossi 7.5, Zambrotta 7, Miccoli 6.5 (28' st Toni 7), Gilardino 5 (14' st Corradi sv) (12 Pelizzoli, 14 Legrottaglie, 15 Blasi, 16 Pirlo). All: Lippi 7.

• Norvegia (4-2-3-1): E. Johnsen 7, Basma 5.5, Riseth 5.5, Lundekvam 5.5, Riise 6, Andersen 6, Hoset 5.5 (46'st Solli sv), Sorensen 6.5 (42' st Pedersen sv), F. Johnsen 5.5, Rudi 6, Carew 6.5 (28' st Rushfeldt sv) (13 Knudsen, 12 Hoiland, 14 Hangeland, 15 Stensaas). All: Hareide 5.5.
Arbitro: Sars (Francia) 6.

• Reti: nel pt 1' Carew, 4' De Rossi; nel st 35' Toni.
Angoli: 7-3 per l'Italia Recupero: 2' e 4' Ammoniti: Rudi, Bonera e Riseth per gioco scorretto.

• Spettatori: 21.463 per un incasso di euro 295.590,00 ** I GOL ** 1' pt - Rudi riceve palla sulla trequarti, verticalizza lento per Carew, Materazzi e Favalli si fanno sorprendere, il centravanti passa e con un diagonale batte Buffon.
4' pt - Da azione successiva ad un angolo, cross di Zambrotta e a centro area De Rossi, di esterno destro al vola anticipa il difensore e prende in controtempo il portiere superandolo.
35' st - Discesa di Zambrotta, cross basso sul primo palo, Toni anticipa il difensore e con un tocco lieve prolunga la traiettoria del pallone e supera il portiere per il gol vittoria.

PALERMO - Italia batte Norvegia 2-1 in una partita del gruppo 5 delle qualificazioni mondiali. Per la nazionale azzurra è la prima partita di qualificazione ai mondiali del 2006.
Vince l'Italia di Marcello Lippi. E vince quella dei debuttanti che consente di incassare un utilissimo e brioso 2-1 allo stadio Renzo Barbera di Palermo.
Sono infatti De Rossi e Toni a siglare le due reti che consentono alla Nazionale azzurra di partire col piede giusto nel lungo cammino verso i Mondiali di Germania.
L'Italia parte subito bene nel secondo tempo, come bene aveva giocato nei primi 45 minuti, spendendo molto in termini di energie. Sono 20 minuti ad alto livello. Azione ghiotta al 12' con la premiata ditta Fiore-Miccoli: il primo gli passa un delizioso pallone in area, il secondo prova un pallonetto miracolosamente bloccato dal portiere norvegese. Subito dopo il primo cambio: Corradi al posto di Gilardino apparso stanco. Al 18' tocca a Fiore provarci con un tiro insidioso che consente di guadagnare un calcio d'angolo. Una manciata di secondi dopo di nuovo Miccoli con un rasoterra velenosissimo, di poco fuori.
L'Italia c'è, ma deve trovare il goal. Invece, come forse era inevitabile, rallenta e comincia a sbagliare. Al 26' la Norvegia si riaffaccia nell'area azzurra e arriva il primo angolo che costringe alla prima parata Buffon. Poi un secondo tiro e il portiere azzurro si trova la palla fra le mani. Lippi cambia Favalli, che ha problemi muscolari, per Diana, e al 27', per la gioia del pubblico palermitano, Miccoli per Toni. Il centravanti del Palermo subito propizia un pallone d'oro per Fiore che manca per un nulla l'appuntamento con il goal.
L'Italia riprende quota. Bisogna aspettare. Alla fine, eccola la rete attesa: passaggio rasoterra di Zambrotta verso Toni che la tocca di esterno, mettendo fuori gioco il portiere avversario. È il 2-1, ed è il tripudio per l'idolo locale che va incassare meritatamente gli applausi del pubblico palermitano. Ma c'è tempo ancora per provarci. Prima Zambrotta, che ricorda di avere un bel tiro, al 36'; 3 minuti dopo ecco Diana, che manda a lato di un soffio.
L'Italia di Lippi, orfana di Alessandro Del Piero, vince la sua scommessa. Segnale beneaugurante per il cammino verso i Mondiali del 2006.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400