Cerca

Derby dell'amicizia Casarano-Gallipoli finisce in rissa

Secondo le intenzioni degli organizzatori, la partita avrebbe dovuto rappresentare l'amichevole della riconciliazione tra gli ultras che si scontrarono nel derby d'Eccellenza disputato lo scorso gennaio
BARI - E' degenerata già prima del fischio d'inizio in una furibonda rissa tra tifosi l'amichevole di calcio nello stadio Capozza di Casarano tra il Casarano (campionato regionale d' Eccellenza) e il Gallipoli (serie D) che si è disputata ieri sera. Negli scontri è rimasto ferito in modo non grave un carabiniere.
Secondo le intenzioni degli organizzatori, la partita avrebbe dovuto rappresentare l'amichevole della riconciliazione tra gli ultras che si scontrarono nel derby d'Eccellenza disputato lo scorso gennaio sempre a Casarano. La riconciliazione, invece, è stata impossibile a causa di un centinaio di ultras delle due squadre.
Circa cinquanta tifosi del Casarano appostati nelle strade adiacenti al campo hanno atteso l'arrivo dei gallipolini, un gruppo dei quali (anche in questo caso una cinquantina di persone) si è subito preparato a rispondere violentemente agli attacchi ma è stato scortato all'interno dello stadio dalle forze dell'ordine (presenti in gran numero) che sono riuscite almeno parzialmente, ad evitare il contatto. Dall'interno si è scatenata una fitta sassaiola verso l'esterno che ha suscitato subito la risposta dei tifosi che erano ancora fuori. In queste fasi concitate è rimasto ferito ad un braccio un sottufficiale dei carabinieri. Il militare è stato medicato e giudicato guaribile in 15 giorni.
L'inizio della partita è stato quindi rinviato di una ventina di minuti sino a quando la situazione si è tranquillizzata e la maggior parte dei tifosi gallipolini è andata via. L'amichevole si è conclusa con la vittoria del Gallipoli per 1 a 0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400